Florenzi, un positivo qui? Chissà che cosa sarebbe successo

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 08 GIU – ”Non voglio pensare a cosa sarebbe
    successo se ci fosse stato adesso un positivo come nella Spagna,
    sarebbe stato un macello e tutti a correre a fare il vaccino.
        Noi siamo stati privilegiati e lo dico io che non mi sono
    vaccinato perché ho preso il Covid come pure altri compagni.
        Ringraziamo tutte le istituzioni che ci hanno permesso di fare
    un Europeo in sicurezza”. Lo ha detto Alessandro Florenzi al
    ritiro di Coverciano dove con la Nazionale sta preparando il
    debutto europeo venerdì a Roma contro la Turchia.
        ”Mi farà effetto tornare in uno stadio dove sono cresciuto e
    che mi ha dato tanto – ha aggiunto il giocatore ancora sotto
    contratto con la Roma -. Sarà bello poi ritrovare il pubblico
    per quanto 16.000 tifosi sono sempre pochi in un impianto da
    80.000”. Intanto dal clan azzurro hanno tenuto a precisare che
    gli azzurri sono stati vaccinati come gli atleti olimpici e
    paraolimpici e comunque dopo le categorie ritenute a rischio.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte