Forlì: inchiesta ‘Varano’, Ghiotti non risponde ai Pm

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Altra giornata di interrogatori di garanzia presso il tribunale di Forlì nell’ambito dell’inchiesta “Varano” portata avanti dai pm Fabio Di Vizio e Marco Forte. Oggi è il turno di Mario Fantini (ai domiciliari nella sua abitazione di Bologna), amministratore delegato della Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino, difeso dagli avvocati Marco Martines e Nicola Mazzacuva. Al momento tutti i legali non hanno presentato richiesta di scarcerazione. 

    Presumibilmente le richieste verranno effettuate direttamente al tribunale del Riesame di Bologna. Mercoledì è stato sentito Gilberto Ghiotti, presidente della Carisp sammarinese, che e’ stato sottoposto all’interrogatorio di garanzia del gip Rita Chierici e dei pm Fabio Di Vizio e Marco Forte, ma ha preferito rimanere in silenzio. Ghiotti, difeso dagli avvocati Nicola Mazzacuva di Bologna e Roberto Roccari di Forli’, infatti, si e’ avvalso della facolta’ di non rispondere. L’interrogatorio, mercoledì pomeriggio in Procura a Forli’, e’cosi’ durato pochi minuti.

    I titolari dell’indagine giovedìpomeriggio sentiranno, infine, Paola Stanzani, vice-presidente del gruppo bancario ‘Delta’ di Bologna, per la Procuracontrollato in maggioranza dalla Crrsm (aggirando cosi’ ildivieto di esercitare attivita’ bancaria in Italia per gliistituti di credito sammarinesi) ed infine Mario Fantini,amministratore delegato della Crrsm e con cariche operative anchenella ‘Delta’, difeso dagli avvocati Marco Martines di Forli’ e Nicola Mazzacuva di Bologna. 

    Martedì, infine, sono comparsi davanti al gip Luca Simoni, direttore generale della Cassa di Risparmio di San Marino e di Gianluca Ghini, direttore generale della ‘Carifin’ di San Marino. Gli arrestati hanno risposto alle domande dei pm, non trincerandosi dietro alla facoltà di non rispondere.