FULC CSU: Comunicato stampa sulla firma del contratto edile

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Contratto edilizia privata: firma in cantiere

    Questa mattina si formalizza la firma per il rinnovo del contratto del settore edile privato:  un positivo risultato per la FULC-CSU ottenuto senza far ricorso a forme di mobilitazione

     

    San Marino, 5 Novembre 2008

     

    Nella mattinata di oggi presso la sede dell’ANIS è stato sottoscritto il rinnovo del contratto di lavoro per il settore edile privato: un accordo che interessa oltre 700 lavoratori e che vede quali controparti del Sindacato le associazioni imprenditoriali ANIS ed OSLA e l’Unione Artigiani UNAS.

     

    Il rinnovo – che prevede una durata normativa di tre anni – fissa già gli aumenti economici per il 2008 pari al 3,40% e per il 2009 pari al 2,70%; entro il mese di ottobre del 2009 si aprirà una trattativa tra le parti per definire l’aumento economico per il 2010. Questo aumento dovrà tenere conto dell’andamento del settore edile e delle dinamiche salariali degli altri settori.

     

    “La trattativa di rinnovo del contratto edilizia – interviene Isabella STEFANELLI Segretario della FULEA CSdL – si è collocata in un momento di difficoltà del settore delle costruzioni che nasce anche dalla mancanza di una corretta pianificazione delle possibilità offerte dal vigente piano regolatore e dal rilevante surplus di immobili residenziali e produttivi presenti sul mercato sammarinese. Nonostante tutto questo le percentuali di aumento ottenute sono in linea con altri contratti già sottoscritti e permettono di salvaguardare il potere di acquisto dei salari e degli stipendi”.

     

    “Naturalmente il rinnovo non ha interessato la sola parte economica – precisa il Segretario della FC CDLS Gianluigi GIARDINIERI – sono stati inseriti anche alcuni importanti aspetti di tipo normativo. Tra i principali possiamo ricordare la definizione di un “testo unico” contrattuale che riunisca in un unico documento i vari verbali di accordo degli anni passati. Altrettanto importante è il progetto di riforma e rilancio dei servizi offerti dalla Cassa Edile, nell’ottica di renderli sempre più aderenti alle esigenze dei lavoratori e delle aziende.”

     

    “Sul versante della lotta al lavoro nero – puntualizza Isabella STEFANELLI – è opportuno ricordare l’impegno, sottoscritto tra le parti firmatarie, per introdurre un cartellino di riconoscimento che identificherà i lavoratori regolarmente assunti ed in regola con le normative sammarinesi. Per le strutture deputate al controllo sarà più agevole verificare l’eventuale presenza di lavoratori irregolari nei vari cantieri. Questo è un piccolo ma importante segnale che si colloca in un apiù ampia ed articolata strategia di lotta contro ile forme di lavoro abusivo.”

     

    “Per concludere – interviene Gianluigi GIARDINIERI – va sottolineato che anche questo rinnovo contrattuale si conclude senza far ricorso ad alcuna forma di mobilitazione e senza alcuna ora di sciopero. Riteniamo che sia questa una dimostrazione  di grande responsabilità da parte del Sindacato e di tutti i lavoratori, soprattutto in un momento di forte crisi economica. Siamo fermamente convinti che questo modo di procedere dimostri nei fatti la volontà di procedere sulla strada della concertazione e della coesione sociale, lasciando al passato inutili e sterili antagonismi.”