Futsal, Nazionale: rimonta sfumata, Gibilterra si vendica per 4-3

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

riceviamo e pubblichiamo

In campo per la seconda volta in ventiquattr’ore, San Marino e Gibilterra tornano a sfidarsi dopo la netta vittoria biancazzurra di ieri. I ragazzi di Prieto approcciano con incredibile aggressività e determinazione, pur preferendo sviluppare una strategia di attesa per cercare di sfruttare le opportunità offerte dalle ripartenze.

Ne consegue un avvio di partita estremamente tattico, dove la prima opportunità arriva al 6’ sull’asse Ercolani-Stolfi, ma il capitano de La Fiorita non trova il tempo della battuta a rete. La replica ospite è affidata alla punizione di seconda che premia Robba, il cui destro termina di poco a lato. Pericolosa principalmente su palla inattiva, Gibilterra si fa vedere dalle parti di Protti con la punizione di Coleing che non porta frutto.

A metà della prima frazione i tempi sembrano maturi per sbloccare il punteggio e – complice l’ingesso positivo di Mattioli – è San Marino ad andarci maggiormente vicino. Prima proprio col diagonale del laterale che Neale allunga in angolo, poi – sugli sviluppi dello stesso – l’estremo biancorosso si ripete di piede su Ercolani. In trenta secondi, arriva anche la terza opportunità: l’universale del Tre Fiori si fionda su un pallone vagante sotto porta, ma Neale è ancora una volta nel posto giusto al momento giusto e salva la porta gibilterriana. Quando poi non può arrivarci, sono i legni a tendere la mano ai biancorossi: splendida la combinazione che coinvolge Ercolani e Mattioli, con quest’ultimo a colpire di mancino da breve distanza, sbattendo però sulla faccia interna del montante che sputa la sfera fuori dalla porta.

Nel suo miglior momento, San Marino capitola: una ripartenza di Gibilterra porta ad una situazione di superiorità numerica, sfruttata dagli uomini di Prieto sull’asse Holgado-Olivero, che colpisce in libertà sul secondo palo. Il vantaggio inatteso non cambia il piano tattico di San Marino, che continua a far la partita pur benedicendo la traversa sulla sventola di Collado su piazzato.

Al 13’ infatti Moretti riconquista la palla del potenziale 1-1, ma Neale è ancora decisivo nell’allungarne la traiettoria in corner. Sugli sviluppi dello stesso è Busignani a saggiare i riflessi del portiere avversario, che si salva di piede. Il pivot del Murata ingaggia un duello che l’estremo gibilterriano puntualmente vince, cavando il coniglio dal cilindro al 15’ quando con la punta delle dita nega la gioia al capocannoniere del Campionato Sammarinese 2017-18.

Come in precedenza, Gibilterra colpisce proprio quando il gol biancoazzurro sembrerebbe dietro l’angolo. La pressione ultra-offensiva di San Marino non porta al recupero palla e con un po’ di fortuna Holgado spezza il raddoppio, guidando la transizione che permette a Parody di segnare – appostato sul secondo palo – il più facile dei gol.

Nel finale un paio di occasioni per parte, con Protti e Neale protagonisti: al riposo si va sul doppio vantaggio gibilterriano e la doppietta sfiorata da Parody, che con sette secondi sul cronometro sfiora il montante destro con un diagonale chirurgico.

Inizia come peggio non potrebbe la ripresa di San Marino, che incassa il tris gibilterriano a metà del secondo minuto di gioco: El Andaloussi scappa a sinistra a Belloni e sul suo tiro-cross Protti non è irreprensibile, permettendo a Coleing di ribattere a rete da due passi.

I ragazzi di Osimani non si scompongono, riprendendo a macinare gioco: Busignani sbatte su Neale al 22’, poi – sul corner così generato – Moretti riapre la partita trovando la deviazione mancina all’altezza del primo palo. I biancoazzurri provano a capitalizzare l’inerzia favorevole, ma Neale è ancora determinante nel murare il tentativo di Busignani – liberato da un corner – e pure fortunato sul tap-in che termina alto di un soffio, da parte dello stesso pivot.

Il momento favorevole porta San Marino a farsi sotto nel punteggio con la punizione centrale di Busignani, che trova la fortuita – quanto decisiva – deviazione di Gasperoni appostato davanti a Neale. È il momento decisivo della partita e a mantenerla in equilibrio concorre anche Protti, che riscatta l’incertezza in avvio di secondo tempo con un miracoloso intervento di piede sul destro di Olivero – liberato dalla giocata di prima di Lopez –. Decisamente meno complicato l’intervento successivo su Parody, che aveva liberato una potente conclusione da lontano.

Il risultato resta in bilico e Busignani sfiora il pareggio sullo scarico da corner di Colombini, con un gran tiro che sbatte sul palo di sostegno dando l’illusione del gol. Poco dopo la mezz’ora ci prova anche Ercolani, che sfrutta l’insolito spazio a disposizione per girare sul piede destro e calciare in porta, trovando una volta di più un grande intervento di Neale.

Il gol del 3-3 non arriva, nonostante i plurimi tentativi da corner o rimessa laterale e così è Gibilterra – che da diversi minuti si dedica principalmente alla fase offensiva – a trovare la via del gol, speculare peraltro a quello di Moretti. Stavolta è infatti Robba a trovare la deviazione decisiva sul primo palo, incrociando col piede preferito alle spalle di Protti.

Non sembra il pomeriggio più fortunato, fronte sammarinese, e forse lo si evince anche al 15’ quando Busignani – recuperata palla in area avversaria – se la aggiusta sul mancino con un tocco di suola, trovando il solito Neale sulla sua strada.

Osimani si gioca il tutto per tutto col portiere di movimento e il gol dista una manciata di centimetri, quelli che separano il destro di Belloni dal montante destro di Neale quando corre il 17’; la scelta offensiva porta comunque i suoi frutti, con Busignani a spaccare la porta quando mancano poco più di tre minuti alla fine. Bordata imparabile per Neale e partita ancora una volta in bilico.

Gibilterra soffre non poco questa soluzione tattica, nonostante San Marino non riesca ad arrivare ad ulteriori tiri puliti verso le specchio della porta biancorossa. Parimenti, i biancorossi non sfruttano un paio di clamorose ripartenze senza portiere di ruolo che avrebbero potuto chiudere anticipatamente l’incontro. Sfida che prende comunque la via di Gibilterra, col punteggio finale di 4-3 e dopo una sfida che di amichevole ha avuto ben poco: determinazione, agonismo e voglia di vincere erano infatti apicali da ambo le parti ed alla fine dei sessanti minuti effettivi ci sono applausi per tutti.

Si conclude così un week-end dal sapore internazionale sotto tutti i punti di vista: se infatti in campo San Marino e Gibilterra hanno potuto misurarsi ed aggiornare il proprio rendimento, anche dalle sfere tecniche ed arbitrali non sono mancate le opportunità di scambio e collaborazione di carattere europeo. Dalla vicina Italia arriva infatti il secondo arbitro, l’internazionale Dario Pezzuto (prossimo alla prima stagione fuori il confine nazionale) che ha diretto l’incontro insieme a D’Adamo, Ercolani e Ilie. Sul fronte squisitamente tecnico, invece – come si è avuto modo di ricordare –, questo week-end ha portato in territorio la straordinaria opportunità per dirigenti, tecnici e preparatori sammarinesi di assistere a lezioni teoriche e pratiche di Dusan Matic. Ex portiere di calcio, poi passato al futsal, Matic è tra più stimati ed apprezzati specialisti nell’allenamento degli estremi difensori ed attualmente fa parte dello staff tecnico della Nazionale di futsal della Finlandia. Una ventina di corsisti, da venerdì a ieri pomeriggio, a pendere dalle labbra di Matic che ha rilevato la “straordinaria passione e l’interesse fuori dal comune” dimostrato da coloro i quali hanno preso parte alle sue lezioni. 

Forte dell’esperienza maturata in questo intenso fine settimana, la Nazionale di futsal di San Marino prepara ora il prossimo impegno internazionale – sempre di carattere amichevole – ad Arbe, dove venerdì prossimo (ore 21:00) affronterà i padroni di casa della Croazia.

 

Amichevole Internazionale | San Marino – Gibilterra 3-4

SAN MARINO

Protti, Moretti, Busignani, Gasperoni, Belloni

A disposizione: Cecchetti, Brighi, Lonfernini, Borasco, Stolfi, Colombini, M. Casadei, Mattioli, Ercolani, Gatti, Felici, P. Casadei, Bacciocchi

Allenatore: Roberto Osimani

GIBILTERRA

Neale, Glynn, Parody, Montovio, Lopez

A disposizione: Moxham, Collado, Coleing, Perez, El Andaloussi, Holgado, Olivero, Franco, Robba

Allenatore: José Carlos Prieto

Primo arbitro: Daniele D’Adamo (SMR)

Secondo arbitro: Dario Pezzuto (ITA)

Terzo Arbitro: Laurentiu Ilie (SMR)

Crono: Gianmarco Ercolani (SMR)

Marcatori: 11’31’’ Olivero, 16’49’’ Parody, 21’31’’ Coleing, 22’08’’ Moretti, 26’23’’ Gasperoni, 33’29’’ Robba, 26’53’’ Busignani

Ammoniti: Gasperoni, Ercolani 

FSGC | Ufficio Stampa

Le foto reperibili sui canali di informazione e social network della FSGC sono liberamente utilizzabili, riconoscendo i diritti di immagine alla ©FSGC.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com