GAS RACING TEAM – PATA Italian Round WorldSBK – Imola 13 Maggio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

In terra di Romagna tra le rive del Santerno, nello storico circuito intitolato ad Enzo e Dino Ferrari di Imola, si è corso il quinto round del campionato del Mondo SuperBike, la massima espressione competitiva delle derivate di serie.

Il Gas Racing Team, solitamente impegnato nel Campionato Italiano Velocità SuperSport600, si èpresentato all’appuntamento internazionale corso in Romagna come Wild Card, sempre con le Yamaha R6 affidate al pluricampione italiano Massimo Roccoli e ad Lorenzo Gabellini al suo esordio nel Mondiale di categoria, che per l’occasione ha lasciato il suo consueto 36 per il 60 (dedicato all’amico Bryan).

La gara si è corsa domenica nei 17 giri previsti, sotto un sole primaverile non sono mancate le emozioni e le delusioni. Massimo Roccoli, partito dalla settimana posizione in griglia dopo una qualifica a dir poco superlativa riesce con una partenza fulminea a transitare in terza posizione, riuscendo a rimanere nel gruppo di testa solo per alcune tornate, sino al suo ritiro causato da una caduta alla Rivazza. Gara in salita per il giovane Lorenzo Gabellini, alla sua prima esperienzainternazionale, partito dall’ottava fila non sfigura con una gara tutta di cuore conclude 20°, seconda tra le Wild Card.

Paolo Meluzzi – Team Manager: “Essere al mondiale e sempre una bella esperienza, ringrazio Fashion Box Srl e Carmeli che ci hanno sostenuto in questa esperienza.”

Stefano Morri – Direttore sportivo: “Questo week-end è stato positivo. Senza la pressione del campionato abbiamo potuto lavorare serenamente e far fare esperienza ai nostri piloti in otticafutura.”

Lorenzo Gabellini: “Una bella esperienza potermi confrontare con i migliori, sebbene le miecondizioni fisiche sono ancora un po’ difficili, ma ho avuto modo di lavorare molto e sono fiducioso per le prossime gare.”

Massimo Roccoli: “Tornare al mondiale è sempre meraviglioso, mi sento a casa… anche se ho fatto più di 100 gare, l’emozione è uguale all’esordio del 2004. Confrontarsi con i migliori da sempre grandi stimoli, sono dispiaciuto per la caduta ma queste sono le corse. Sono contento perché conquesto pacchetto possiamo esser competitivi nei prossimi appuntamenti.”

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com