Gastronomia: Baccanale Imola, edizione 2020 non si ferma

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – IMOLA, 21 NOV – Cominciato il 31 ottobre e
    inizialmente previsto fino al 22 novembre, il Baccanale, la
    tradizionale rassegna culturale ed enogastronomica del Comune di
    Imola, che quest’anno ha per tema ‘#a casa e fuori’, ha rivisto
    la sua programmazione a seguito dei Dpcm e delle ordinanze
    regionali per il contenimento del contagio da Covid 19, ma non
    si è fermato. E non si ferma neanche dopo il 22 novembre, sia
    sul versante dei menu a tema nei ristoranti, sia della
    promozione dei vini della Doc Colli d’Imola, che della
    possibilità di fruire della visione dei tanti appuntamenti che
    si sono svolti in streaming.
        L’Amministrazione comunale non ha sospeso la promozione della
    manifestazione già avviata nelle settimane precedenti e ha
    continuato in particolare la promozione dei ristoranti e dei
    loro menu a tema, disponibili con asporto e consegna a domicilio
    anche dopo il 22 novembre. Nel sito della manifestazione
    (www.baccanaleimola.it), nella pagine dedicate ai menu, sono
    indicati i ristoranti che effettuano servizio di asporto e
    consegna a domicilio. Inoltre, proseguono gli “assaggi” in video
    dei vini dell’imolese, grazie all’iniziativa realizzata dal
    Comune per valorizzare e promuovere l’eccellenza dei vini
    prodotti nel territorio della Doc Colli d’Imola, al posto della
    XXVII edizione del Banco d’Assaggio dei Vini dell’Imolese, che
    quest’anno non ha potuto svolgersi in presenza. Gli “assaggi” in
    video sono una vera e propria rassegna in 16 puntate, tutta
    dedicata ai produttori vitivinicoli: le puntate quotidiane di
    questa rassegna proseguiranno fino a fine novembre nella pagina
    Facebook del Baccanale e potranno essere riviste anche
    successivamente sul canale youtube del Comune di Imola. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte