Giuliani aveva previsto il terremoto….guarda il video

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

da sei a ventiquattro ore prima si poteva prevedere lìevento sismico attraverso la monitorazione della concentrazione del radon, magari attraverso una rete di rilevatori gamma. Guarda il video che fa molto molto pensare.

Il radon è un elemento chimicamente inerte (in quanto gas nobile), naturalmente radioattivo. A temperatura e pressione standard il radon è inodore e incolore. Nonostante sia un gas nobile alcuni esperimenti indicano che il fluoro può reagire col radon e formare il fluoruro di radon. Il radon è solubile in acqua e poiché la sua concentrazione in atmosfera è in genere estremamente bassa, l’acqua naturale di superficie a contatto con l’atmosfera (sorgenti, fiumi, laghi…) lo rilascia in continuazione per volatilizzazione anche se generalmente in quantità molto limitate. D’altra parte, l’acqua profonda delle falde, può presentare una elevata concentrazione di 222Rn rispetto alle acque superficiali. In Italia l’ente preposto alla misura del radon nelle abitazioni e nei luoghi chiusi sono le ARPA, a cui si può fare riferimento per adottare provvedimenti di bonifica nei casi di superamento dei limiti di legge.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com