gli stranieri fanno crescere il numero dei residenti a Rimini

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Sono 141.505 i residenti nel comune di Rimini nel 2009, 1342 in più del 2008. I nuovi nati sono stati 1322 a fronte però di 1370 morti, la crescita è quindi dovuta al saldo migratorio con 4379 persone che lo scorso anno hanno deciso di trasferirsi a Rimini: nel 33% dei casi, cittadini provenienti da altre regioni e nel 35 dall’estero. I residenti stranieri sono il 10% del totale e sono mediamente più giovani.
    L’indice di natalità per gli stranieri è 17 per mille contro il 9,4 degli italiani. La comunità più rappresentata è quella albanese (3.164) seguita da rumeni e ucraini. I cinesi superano le 1.000 unità e, dato curioso, nel 2009 non si registrano decessi. A livello generale le donne a Rimini sono più degli uomini, l’età media è 79,5 anni (82 per le donne, 77 per gli uomini). Il 22% dei residenti ha più di 65 anni. 34 i centenari. 1370 le morti registrate nel 2009 con 206 cremazioni. Pratica che il comune auspica possa aumentare viste le difficoltà di espansione dei cimiteri. In 23 casi le ceneri sono state disperse in mare (è possibile solo da novembre ad aprile a 2 miglia dalla costa), in 25 sono state affidate ai familiari. Due opzioni rese possibili dal regolamento comunale approvato due anni fa.
    Il Comune tra l’altro al momento per le cremazioni ha una convenzione con Faenza ma tra un anno sarà attiva la nuova struttura di Villa Fastiggi nel fanese dove l’ammnistrazione ha una quota di proprietà

    Tornando al rapporto, i nuclei famigliari sono in crescita, 61.239, e formati mediamente da 2,3 persone. Aumentano però quelli con un unico componente, il 34,2%. Segno più anche per i matrimoni, 431 (27 in più), grazie alla crescita di quelli civili (210 in totale). Stabili invece quelli religiosi (221). L’età media degli sposi sale 36 per il marito, 33 per la moglie. 16 le unioni con l’uomo di almeno 15 anni più grande della sposa (in 10 casi straniera). Solo in una occasione nel 2009 è stata la donna ad avere 15 anni più del marito.

    La sintesi del rapporto demografico

    – Quanti siamo

    Al 31 dicembre 2009 a Rimini si contano 141.505 residenti
    distinti in 67.917 maschi (48%)
    73.588 femmine (52%);

    Sommando il saldo naturale (differenza tra nati e deceduti) che è negativo per 48 unità, a quello migratorio che è positivo di 1.390 unità, si registra un aumento effettivo di popolazione di 1.342 unità.

    – L’età media della popolazione

    rimane di 44 anni con un indice di vecchiaia (di 165,55) che mostra un lieve aumento della popolazione giovanile rispetto alla over 65
    Un parziale effetto di contenimento, ancora minimo ma crescente, è portato dall’immigrazione straniera che è caratterizzata da coorti di individui giovani e con un significativo indice di natalità.

    – Gli over 65

    La popolazione con più di 65 anni nel 2009 conta 31.182 persone, ovvero il 22% dei
    cittadini residenti
    al suo interno troviamo 4.617 anziani con più di 85 anni
    vi sono tra questi anche 34 ultracentenari di cui 28 femmine e 6 maschi.

    – Flussi migratori

    Il problema dell’invecchiamento demografico, a Rimini come in molti altri Comuni, è
    parzialmente contenuto dal flusso immigratorio che per la maggior parte riguarda coorti
    giovanili con nazionalità straniera il cui trend di ingressi si mantiene sempre su livelli elevati.
    Nell’anno 2009 sono immigrate a Rimini 4.379 persone e il relativo saldo anagrafico si è
    attestato su 1.390 unità in aumento a favore degli immigrati rispetto agli emigrati.

    I trasferimenti riguardano prevalentemente cittadini stranieri che provengono dall’estero (35%)
    In misura minore cittadini che provengono da altre Regioni (33%)
    il 17% si tratta di movimenti migratori all’interno della provincia di Rimini e il 11% riguarda coloro che provengono da altre province dell’Emilia Romagna.

    – Stranieri

    Nel 2009 gli stranieri residenti sono 14.321 di cui 6.694 maschi e 7.627 femmine, registrando una crescita di 1.411 unità rispetto al 2008.
    Rappresentano il 10% della popolazione residente.

    ->curiosità: l’incremento degli stranieri non è determinato solamente da quelli che immigrano, ma anche dalla propensione a creare famiglie numerose e prolifiche che nel 2009 ha comportato il raggiungimento di un indice di natalità che per gli stranieri è stato del 17‰ (per mille), quasi il doppio rispetto al 9,4‰ dell’indice comunale.

    la classe da 0 a 4 anni è in % più consistente tra gli stranieri rispetto alla stessa classe di età dei minori italiani: tra gli stranieri sono in proporzione più numerosi i bambini piccoli.

    Le maggiori comunità straniere:
    albanesi 3.164
    rumeni 1.904
    ucraini 1.563
    cinesi 1.054
    senegalesi 716

    – Le famiglie

    Sono 61.239 i nuclei famigliari iscritti in anagrafe, nel 2000 erano 52.629.
    In dieci anni sono aumentati di 8.610 unità (+14%)

    L’ampiezza media delle famiglie riminesi è stabile da diversi anni a 2,3 componenti.

    Il peso delle famiglie composte da un unico componente risulta in costante aumento,
    rappresenta il 34,2%
    Dopo i 70 anni di età vi è una netta prevalenza dei nuclei formati da sole donne.

    Si contano sempre più numerosi nuclei misti di italiani e stranieri che rappresentano il 2,5% sul totale delle famiglie riminesi
    Le famiglie composte esclusivamente da stranieri sono il 3,1%.

    – Nascite e decessi

    I nati nel 2009 sono 1322: 642 maschi e 680 femmine
    ->curiosità: Luglio e settembre sono senz’altro i mesi più densi di nascite, mentre gennaio, maggio e dicembre sono quelli in cui sono nati più bimbi maschi, a luglio c’è stato un picco di femmine

    Al contrario del 2008, quando le nascite hanno superato i decessi di 140 unità, quest’anno il saldo naturale è di -48, che si riallinea all’andamento negativo degli ultimi 30 anni.

    I decessi (1620 in totale sul territorio, di cui 1370 quelli di cittadini registrati all’anagrafe) si mantengono sugli stessi livelli, ma l’aspetto confortante è dato dal progressivo aumento della popolazione anziana a cui non corrisponde un altrettanto incremento dei decessi.
    ->curiosità: 206 sono state le salme cremate per le quali in 23 casi si è provveduto alla dispersione delle ceneri, 25 all’affido a familiari

    Nel 2009 la vita media è di 79,5 anni; per le donne è 81,8, mentre per gli uomini 77.

    -Matrimoni

    Nel 2009 sono stati 431, hanno riguardato sia la popolazione residente, sia coloro che pur
    risiedendo altrove, hanno scelto il nostro comune per “convolare a nozze”
    Più numerosi i matrimoni celebrati con rito religioso, di 11 eventi

    Negli ultimi anni i matrimoni celebrati a Rimini hanno registrato complessivamente una riduzione del 30%.

    L’età degli sposi continua a crescere e si è attestata a 36 per l’uomo e 33 per la
    donna.

    In 16 unioni lo sposo aveva oltre 15 anni in più rispetto alla sposa (le spose erano in 6 casi italiane che sposavano italiani, fra gli altri casi gli sposi italiani hanno avuto rispettivamente 1 sposa brasiliana, 1 argentina, 1 marocchina, 1 russa, 2 ucraine).

    La situazione sta evolvendosi per le donne che, pur in misura ridotta, in 107 unioni avevano una età maggiore dello sposo. In 1 unione è stata la sposa ad avere oltre 15 anni in più del marito. In 6 unioni la sposa aveva tra 11 e 15 anni in più e in 13 unioni tra 6 e 10 anni di più.

    – Le Circoscrizioni

    La più popolosa è la Circoscrizione 5 (Rimini nord), con 31.271 abitanti. E’ anche quella con l’indice di vecchiaia minore.
    La meno popolosa la Circoscrizione 1 (centro) con 19.091 abitanti. Ha l’indice di vecchiaia maggiore, seguita poi dal Q2.

    www.newsrimini.it