Golf: Boutier regina, suo il Texas Women’s Open

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 05 GIU – Celine Boutier vince la sfida tra big con Cheyenne Knight e conquista il Texas Women’s Open di golf.
        Al GC at The Tribute (Old American Course, par 71) di The Colony, sobborgo di Dallas, la giocatrice francese con un parziale finale di 67 (-4) su un totale di 199 (-14) ha superato la concorrenza dell’americana Knight (2/a con 202, -11), in un match – non ufficiale e a porte chiuse – che tanto ha ricordato quelli sul LPGA Tour, il massimo circuito statunitense del green femminile che ripartirà solo il 23 luglio con il Marathon Classic in programma a Sylvania, nell’Ohio.
        “Sono al settimo cielo – la gioia della Boutier – e non avrei potuto sperare in una ripartenza migliore dopo il lockdown. E’ stata una settimana perfetta e sono felicissima per come ho interpretato tutti e 3 i round giocati. La Knight si è ben comportata ed è stata, come sempre, una dura avversaria. Ma il finale di gara, giocato ad alti livelli, mi ha portato a spuntarla”.
        La Boutier, 26enne di Clamart con un successo sul LPGA Tour, due sul Ladies European Tour e altrettanti sul Symetra Tour, nelle ultime buche ha dovuto mettere in campo tutta la sua classe, realizzando prima un birdie alla 16 e poi un eagle decisivo alla 17. Per lei un trofeo di cristallo e un assegno di 10.000 dollari su un montepremi complessivo di 50.000.
        Niente da fare per la Knight, che s’è piazzata davanti alla connazionale Kristen Gillman, terza con 208 (-5). Mentre ha chiuso ai piedi del podio, in quarta posizione (209, -4), la cinese Yu Liu.
        Per quel che riguarda le altre favorite della vigilia, Top 10 e settimo posto (212, -1) per Brittany Lang, mentre Stacy Lewis (ex numero 1 mondiale con dodici titoli sul LPGA Tour comprensivi di due Major) e Gerina Piller, anche loro golfiste statunitensi, non sono andate oltre l’undicesima posizione (214, +1).
        Solo ventiquattresima (218, +5), invece, la messicana Maria Fassi. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte