Golf: Wgc: anche Johnson è fuori, Rahm vola agli ottavi

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 27 MAR – Il Wgc-Dell Technologies Match Play,
    secondo evento del mini circuito mondiale 2021 di golf, non
    smette di stupire. In Texas esce di scena anche Dustin Johnson,
    numero 1 mondiale. E tra le teste di serie della vigilia ad
    Austin supera il turno ed accede agli ottavi di finale (in
    programma oggi insieme ai quarti) solo Jon Rahm che si appella
    allo spareggio per superare con un birdie, alla seconda buca
    supplementare, Ryan Palmer.
        Sono stati necessari otto incontri play-off per decidere i
    vincitori dei gironi. Non solo Rahm, terzo nel world ranking.
        Spagna protagonista anche con Sergio Garcia che, alla quarta
    buca dell’over time supera con una hole in one, realizzata da
    161 yard, Lee Westwood.
        Clamoroso quando accaduto sul percorso dell’Austin Country Club
    dove Johnson è stato battuto da Kevin Na (1up), già out, aprendo
    le porte degli ottavi allo scozzese Robert MacIntyre, tra i
    cinque giocatori (su un totale di ventidue ad inizio torneo)
    debuttanti a centrare la qualificazione.
        Da 64 golfisti (tra i migliori 69 al mondo) divisi in 16 gironi
    da 4, ne sono rimasti 16. Tanti gli esclusi eccellenti, tra
    questi pure Rory McIlroy e il campione uscente Kevin Kisner (che
    ha vinto la rassegna nel 2019, lo scorso anno il WGC-Dell è
    stato cancellato per Covid).
        E adesso ad Austin la sfida – che mette in palio un montepremi
    complessivo di 10.500.000 dollari – è pronta ad entrare nella
    sua fase clou. Tommy Fleetwood affronterà Dylan Frittelli, Billy
    Horschel se la vedrà con Kevin Streelman, mentre Garcia e
    MacIntyre avranno di fronte rispettivamente Mackenzie Hughes e
    Victor Perez. Da tenere d’occhio pure i match tra Scottie
    Scheffler e Ian Poulter (“Mr.Ryder Cup” e mattatore nei primi
    tre incontri dove ha collezionato altrettante vittorie) e tra
    Rahm ed Erik Van Rooyen. Completano il quadro degli ottavi gli
    scontri tra Brian Harman e Bubba Watson e quello tra Jordan
    Spieth (che sembra aver ritrovato il piglio giusto sui green) e
    Matt Kuchar, che s’è preso una rivincita superando Kisner in un
    derby tutto americano e riscattando così la sconfitta in finale
    nel 2019. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte