Gravina, stadio senza pubblico è corpo senz’anima

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – BOLOGNA, 26 SET – Lo stadio “senza pubblico è triste
    e monco. Un corpo senz’anima. Quindi è fondamentale avere il
    pubblico, ma sappiamo che la riapertura dovrà avvenire con la
    massima gradualità e proporzione delle strutture. Ho condiviso
    con Conte e Speranza di dare priorità a una macroarea della
    nostra vita che è la scuola”. Così il presidente della Figc,
    Gabriele Gravina, è intervenuto durante l’incontro “Le imprese
    motore dell’Italia”, in occasione della Giornata Evento
    organizzata dall’Osservatorio Economico e Sociale “Riparte
    l’Italia” a Bologna.
        Quindi, ha proseguito, “attendiamo i risultati, sperando che
    ci sia un rimedio veloce alle criticità espresse in questi primi
    giorni e che in tempi rapidi ci sia un vaccino che ci metta in
    sicurezza. L’auspicio – ha concluso Gravina – è che ci sia una
    riapertura graduale degli stadi, ma coerente con le norme di
    sicurezza”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte