Guerrino Zanotti, gaffeur nazionale. San Marino una ”finestra per le compagnie russe”. Quindi strumento per aggirare le sanzioni Eu contro la Russia? Poi accortosi del grave errore rettifica!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Fa preoccupare il comportamento della famiglia Zanotti, Segretario e consorte. Il viaggio pro-migranti con consorte, fotografata al tavolo dei lavori con il sindaco, e Reggenza a Lampedusa, le minacce di morte su fb al nostro direttore da parte della consorte il giorno prima della manifestazione contro l’odio in rete ed ora siamo venuti a conoscenza di un’altra gaffe del nostro Segretario agli interni.

Guerrino Zanotti avrebbe dichiarato in un viaggio in Austria in occasione della sua partecipazione a una conferenza economica dell’Unione euroasiatica – non sappiamo se ci sia andata con biglietto pagato anche la consorte – che ‘‘Il Titano sarebbe pronto a diventare la finestra per l’Europa delle compagnie russe’‘ attirandosi dietro di se probabilmente una ridda di critiche dalle autorità europee presenti.

Ecco il primo articolo di Rtv San Marino, televisione di Stato:

“La Repubblica di San Marino si sta preparando a trasformarsi in una “finestra per l’Europa” per le compagnie russe, dal momento che il paese non ha aderito alle sanzioni anti-russe”. È quanto ha dichiarato il Segretario di Stato agli Affari Interni Guerino Zanotti all’agenzia di stampa russa Izvestia, al margine del First International Meeting di Almdorf. Dato che l’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno esteso le sanzioni contro la Russia dal Cremlino si cercano nuovi sbocchi commerciali. Da qui la proposta di Zanotti alle compagnie russe di usare San Marino come finestra per entrare nel mercato europeo.

Accortosi della tremenda gaffe, Zanotti corre ai ripari – peraltro quando i buoi sono già scappati – facendo scrivere di fretta da Rtv quest’altro pezzo, sempre lo stesso giorno, il 9 maggio, mercoledì scorso.

Oggi Zanotti fa chiarezza sulla questione. “Non era mia intenzione – afferma – far passare il messaggio che San Marino potesse essere uno strumento della Russia o delle imprese che esportano verso di essa per aggirare le sanzioni”. Il Segretario di Stato spiega invece di aver illustrato, nel suo discorso in Austria, le caratteristiche del sistema economico sammarinese, anche con l’obiettivo di internazionalizzare e di aprire agli investimenti di aziende russe in Repubblica. In parallelo, l’impegno del Titano per l’accordo di associazione con l’Ue va avanti con convinzione, specifica, in sostanza, Zanotti.

Paura per una tirata d’orecchie al nostro gaffeur nazionale?

A quando la prossima ”iperbole” del Segretario Zanotti e consorte?

/ms

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com