I 5 Stelle scaricano la Lega: “Salvini non è più credibile”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

I 5 Stelle si preparano alla settimana decisiva per il governo: tutti riuniti nella villa di Grillo in Toscana

Il “guru” pentastellato ha riunito una delegazione composta dal capo politico Luigi Di Maio, il presidente della Camera, Roberto Fico, Alessandro Di Battista e i capigruppo di Senato e Camera, Stefano Patuanelli e Francesco D’Uva. Al tavolo, anche la vicepresidente del Senato, Paola Taverna. Al centro della riunione c’è il futuro del governo e i possibili scenari che si apriranno da martedì, dopo che il premier parlerà in Parlamento e si sottoporrà al voto di sfiducia proposto dalla Lega.

Domani, intanto, Di Maio incontra i parlamentari M5S. Al momento la linea non cambia: ci si prepara a confermare la fiducia in Conte e a continuare la battaglia contro Matteo Salvini, considerato un traditore. Ancora nessun contatto formale con il Partito democratico, che pure da giorni corteggia i 5 Stelle chiedendo di non tornare al voto, ma di far nascere un governo elettorale basato su una nuova maggioranza.

“Tutti i presenti si sono ritrovati compatti nel definire Salvini un interlocutore non più credibile”, spiegano dopo la riunione, “Prima la sua mossa di staccare la spina al governo del cambiamento l’8 agosto tra un mojito e un tuffo. Poi questa vergognosa retromarcia in cui tenta di dettare condizioni senza alcuna credibilità, fanno di lui un interlocutoreinaffidabile, dispiace per il gruppo parlamentare della Lega con cui è stato fatto un buon lavoro in questi 14 mesi”.

Poco dopo – e dopo le parole di Salvini che ha spiegato come non abbai intenzione di dimettersi – è Luigi Di Maio ad attaccare. “Le offese di Salvini al M5s e al sottoscritto? Sta inventando di tutto, è il senso di colpa di chi ha tradito e non sa come uscirne”, ha detto, “Mi dispiace perché con tutte le contraddizioni di questi giorni inizio a pensare che abbia perso la testa”. E ancora, su Facebook: “Chi sapete voi (non voglio nemmeno nominarlo) ha sfiduciato il governo chiedendo di tornare al voto in pieno agosto, pugnalando alle spalle non solo il MoVimento 5 Stelle ma il Paese”. Il Giornale.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com