I CAPITRANI REGGENTI HANNO RICEVUTO IN UDIENZA I RESPONSABILI DELLE SCUOLE IN OCCASIONE DELLA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SUI MINORI

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Nella ricorrenza del XX anniversario della Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ha avuto luogo oggi a Palazzo Pubblico un’ Udienza degli Ecc.mi Capitani Reggenti , Francesco Mussoni e Stefano Palmieri, alla quale hanno preso parte i responsabili degli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

    Un momento solenne per celebrare i venti anni trascorsi dall’adozione dell’importante Trattato -avvenuta a New York il 20 novembre 1989 da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite – che ci consente oggi una riflessione sugli esiti dell’adozione di questo atto internazionale che “ha trasformato il modo di concepire e di affrontare la realtà infantile” ha sottolineato la Reggenza “esercitando una profonda influenza sui singoli Paesi e sulle loro istituzioni pubbliche e private.”
    Di fronte a situazioni di forte disagio che continuano a colpire le fasce più vulnerabili delle nostre società, ed in particolare i bambini, la Reggenza ha formulato un richiamo forte affinché si faccia di più: “ fare di più è possibile e oggi, più che mai, il nostro impegno deve essere quello di una società evoluta e civile che pone la dignità e la protezione  dei bambini su un piano superiore rispetto a qualunque altro interesse”.
    Proprio su questo aspetto, ovvero sull’urgenza di un impegno da parte di tutti noi per fare in modo che i diritti dei bambini di tutto il mondo non continuino ad essere violati, il Segretario di Stato Morri, ricordando che San Marino ha adottato negli anni ’90 la Convenzione Internazionale delle Nazioni Unite, ha affermato che il Governo sammarinese è fortemente orientato a colmare le lacune ancora esistenti nella normativa vigente.  “Quello che più è importante” ha concluso Morri “ è l’atteggiamento culturale che le istituzioni e l’intera società hanno nei confronti dei bambini , degli adolescenti  e dei giovani. Essi infatti sono il patrimonio più grande ed insostituibile del nostro Stato. Un patrimonio verso il quale è intenzione del Governo non lesinare investimenti. Investire sulla scuola e sui giovani è sicuramente il modo migliore per impiegare le risorse.”
    La presenza, nell’occasione, di rappresentanti della scuola, sia a livello di insegnanti che di studenti, ha testimoniato la piena comprensione, da parte del mondo scolastico sammarinese, del profondo significato di questo XX anniversario attraverso la presentazione di specifiche iniziative tese a manifestare attenta sensibilità alle condizioni dell’infanzia e dell’adolescenza..
    Anche la San Marino RTV ha voluto varare un’iniziativa in tale senso: “Mostri No” sarà il titolo del concorso aperto alle scuole di ogni ordine e grado per creare, attraverso slogan, disegni e immagini, uno spot televisivo contro la violenza ai minori che sarà poi diffuso da un ampio circuito di emittenti.
    A conclusione dell’Udienza, i Capitani Reggenti hanno voluto ringraziare tutte le entità che hanno dato vita a questa celebrazione e in particolare la Commissione Nazionale Sammarinese per l’Unicef, presieduta dalla dottoressa Maria Alessandra Albertini, i cui componenti agiscono in maniera del tutto volontaria con spirito di particolare disponibilità e generosità e  stanno operando con grande impegno per ottenere la protezione dell’infanzia sul piano dei diritti e del consenso sociale.