I GIGANTI BUONI del rugby premiati con il trofeo fair play!!!!

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

     

    Bella esperienza , grande cuore, cornice splendida, allo Stadio Invernici del rugby di BRESCIA si è svolto il quadrangolare internazionale  con lo scopo di aiutare una piccola creatura di 2 anni , CAMILLA che si stà curando negli Stati Uniti per una malattia rara. Torneo inserito all’interno di un programma più vasto nella manifestazione rugbystica internazionale  dei DUE LAGHI  che ha visto la partecipazione di 8 paesi a livello giovanile. Il QUADRANGOLARE “Aiuta Camilla” ha messo sul campo quattro squadre , LA NAZIONALE ITALIANA VIGILI DEL FUOCO di rugby, il BRESCIA RUGBY (compagine di seria A1), il DESENZANO RUGBY(squadra di C1-elite) e Il RUGBY CLUB SAN MARINO . Quattro squadre per quattro partite , con finali per 3 e 4 posto e per 1 e 2 posto in soli 2 giorni . I ragazzi di Flores ce l’hanno messa tutta , dalla apertura con divise impeccabili e sfilata di onore , all’attegiamento sul campo , il rugby club San Marino ha giocato con grande sportività e impegno questi match , con risultati molto apprezzabili.

    La prima partita  fra RUGBY CLUB SAN MARINO e NAZIONALE ITALIANA VIGILI DEL FUOCO RUGBY, è stata molto intensa ed ha visto soccombere il rugby club San Marino per 32 a 0. Il match con il BRESCIA RUGBY ha evidenziato un miglioramento dei sammarinesi evidente , infatti il risultato di 19 a 5 per i bresciani è emblematico, i rugbysti sammarinesi si sono comportati egregiamente con una compagine di A1 (massima serie per il rugby) , con una META stupenda di MICHELE ROSSI. Lo scontro con il DESENZANO RUGBY si è chiuso con il risultato di 14 a 3.

    Nella finale per il 3 e 4 posto il RUGBY CLUB SAN MARINO si è giocato tutto con il DESENZANO RUGBY , bella partita , iniziata bene con il San Marino all’attacco , ma la stanchezza e la calura hanno avuto il sopravvento  e la maggiore preparazione atletica degli avversari hanno avuto ragione dei ragazzi di FLORES , il match si è chiuso sul 19 a 5 , anche in questa occasione è stato MICHELE ROSSI ad andare in meta con una azione corale partita dai trequarti e conclusa positivamente . La finale per il primo posto se lè aggiudicata il BRESCIA RUGBY che ha avuto la meglio sulla NAZIONALE ITALIANA DEI VIGILI DEL FUOCO RUGBY, con il punteggio di 17 a 10. PREMIATO COME MIGLIOR GIOCATORE DEL RUGBY CLUB SAN MARINO , MARCO PASTORIN nella finalina per il terzo e quarto posto.

    I ragazzi del RUGBY CLUB SAN MARINO , sono notevolmente cresciuti , e la partita con il BRESCIA RUGBY ne è un esempio, il capitano DAVIDE BACIOCCHI dice :< Siamo felici di avere onorato questo Torneo, e di avere contribuito ad aiutare CAMILLA, una bambina in difficoltà, sul piano sportivo stiamo crescendo e questa esperienza sarà utile bagaglio per il futuro , che dovremo ripetere senz’altro>………….Gli fà  èco la presidente del RUGBY CLUB SAN MARINO , la dott.ssa STEFANIA STEFANELLI :<Abbiamo fatto una grande esperienza sportiva e di solidarietà con i colori del club e di SAN MARINO, il premio che ci hanno consegnato come miglior squadra FAIR PLAY del torneo suggella ancora una volta il “nostro stile” , il RUGBY CLUB SAN MARINO  esce da questa manifestazione con grandi elogi di equipe più blasonate e con grande esperienza rugbystica, l’aiuto morale ed economico che abbiamo portato per CAMILLA ci sprona a fare meglio in tutti i sensi , nella vita e nello sport>………..

    I giocatori che hanno seguito il torneo  sono i seguenti; DAVIDE BACIOCCHI (capitano), LUCA FELICI, MICHELE ROSSI, IVAN PRETELLI, GIARDI ANDREA, GIACOMO ROSSI, PIASTRA ALBERTO, ADRIAN MENICUCCI, FRANCO MAIANI, DAVIDE GIARDI, MICHELE GARAVINI, CARLO TERENZI,  DAVIDE AGOSTINI, FABIO TONELLI, LUCA DIBISCEGLIE , FACUNDO MAIANI, ANDREA CERVELLINI, MATTIA MARZI, FRANCESCO GOBBI, ALESSIO MORETTI, MICHELE SARTI, LUCA ERCOLANI, BORRONI THOMAS, MARCO PASTORIN , LORENZO CAPPELLETTI , GONZALO MENIN  e  PABLO FLORES nonchè NICCOLO’ COZZA  che ha seguito da casa con trepidazione, con gamba ingessata, dopo l’infortunio subìto con il Cus Perugia.

    GIORGIO FELICI