I sondaggi premiano Forza Italia. E il centrodestra vola al 47,2%

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Arriva puntuale il sondaggio del lunedì sera di Swg: Enrico Mentana ha svelato le ultime rilevazioni nel corso del Tg La7. Sono tante le novità e non mancano i cambi di tendenza rispetto alle scorse settimane, ma comunque il quadro politico in generale resta piuttosto stabile. I numeri fanno tremare il governo, che però ritiene di essere al salvo almeno per i prossimi mesi perché una caduta dell’esecutivo nel corso dell’emergenza Coronavirus è uno scenario che viene dato come quasi irrealizzabile. Innanzitutto emerge un dato piuttosto interessante: Forza Italia è l’unico partito del centrodestra a crescere. Gli azzurri continuano a guadagnare consenso e adesso si attestano al 6,1%, con un buon +0,2%. La prima postazione resta ancora della Lega, che però registra un ulteriore calo dello 0,1% portandosi così al 24,3%. Segue il Partito democratico (20,5%) con un trend invariato.

    L’ultima casella del podio è occupata da Fratelli d’Italia, che perde lo 0,3% ma può godere di un ottimo 15,7%. Il momento negativo del Movimento 5 Stelle prosegue: anche i grillini perdono lo 0,3% e precipitano al 15,2%. Dopo i forzisti – che riuscirebbero a entrare in Parlamento grazie al superamento della soglia di sbarramento – troviamo Sinistra it./Mdp Art.1 (3,7%, +0,2%). Italia Viva di Matteo Renzi ottiene lo 0,4% e va al 3,4%. Poco più giù Azione di Carlo Calenda (3,2%, +0,1%). Concludono +Europa (2,1%, -0,2%), Verdi (1,7%, -0,1%) e Cambiamo! di Giovanni Toti (1,1%, -0,3%). Sale dello 0,4 la percentuale delle persone che vorrebbe attribuire il proprio voto a un’altra lista non compresa tra quelle citate nell’elenco. Aumenta del 3% pure il fronte di chi non si esprime al sondaggio (40%). La coalizione di centrodestra (47,2%) conferma il netto vantaggio rispetto alle forze della maggioranza giallorossa (42,8%).

    Quale leader per i 5 Stelle?

    Nel sondaggio Swg è stata inoltre posta una domanda ben precisa agli elettori del Movimento 5 Stelle: “Secondo lei, chi dovrebbe essere oggi il leader?“. Sono stati interpellati anche coloro che hanno votato i pentastellati alle elezioni Politiche del 4 marzo 2018 ma che oggi non li voterebbero più. Per i fedeli grillini la prima scelta sarebbe Giuseppe Conte (32%), seguito da Alessandro Di Battista (18%), Luigi Di Maio (14%), Roberto Fico (11%), Chiara Appendino (6%), Beppe Grillo (5%), altri (3%). L’1% non sceglierebbe nessuno di questi; il 10% non saprebbe. Invece i delusi punterebbero su Alessandro Di Battista (21%) piuttosto che sul presidente del Consiglio (14%), Roberto Fico (5%), Chiara Appendino (5%), Luigi Di Maio (4%), Beppe Grillo (4) e altri (5%). Il 36% non saprebbe, mentre il 6% non darebbe la preferenza a nessuno di quelli nominati.

    Togliendo l’ipotesi istituzionale, cioè l’opzione Giuseppe Conte, per gli elettori 5S il preferito è Luigi Di Maio (29%), alle cui spalle figurano Alessandro Di Battista (21%), Chiara Appendino (16%), Roberto Fico (12%), Beppe Grillo (6%) e altri (6%). L’1% nessuno di questi e il 9% non saprebbe. Invece gli ex elettori del Movimento premierebbero Roberto Fico (17%), seguito da Alessandro Di Battista (16%), Luigi Di Maio (12%), Chiara Appendino (4%), Beppe Grillo (4%) e altri (5%). Il 29% non saprebbe; il 13% non sceglierebbe nessuno dei menzionati.



    Fonte originale: Leggi ora la fonte