Il 3 settembre a Portoverde ‘DediKato’. Filo conduttore la sicurezza

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Promosso dal Comune di Misano con Misano Eventi e il Team San Carlo Honda Gresini. Asta di beneficenza su E-bay con gli oggetti dei piloti del motomondiale.

    MISANO | 27 luglio 2009 | Portoverde di Misano Adriatico si svolgerà l’ormai tradizionale appuntamento con DEDIKATO giovedì 3 settembre alle 21 in piazzale Colombo. Il filo conduttore sarà il tema della sicurezza.
    La serata, in onore del pilota Dajiro Kato, misanese d’adozione, portacolori del Team Gresini e deceduto in gara a Suzuka nel 2003 è andata all’insegna della beneficenza.

    Durante DEDIKATO 2009 inoltre verranno assegnati, 4 premi:

    ? premio SGANA
    ? premio MISANO EVENTI
    ? premio KATO
    ? premio SICUREZZA
    ?

    L’asta Benefica per la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica (FFC)
    Dedikato 2009, in accordo con il Team San Carlo Honda Gresini. A partire dai prossimi giorni saranno messi all’asta su E-bay gli oggetti appartenenti ai piloti del motomondiale. Alcuni di questi, i più curiosi e “importanti” verranno direttamente battuti all’asta durante la serata di Dedikato e opportunamente promossi precedentemente. .
    Il ricavato dell’asta e del merchandising dell’evento, realizzato dalla Drudi Performance, verrà utilizzato per sostenere i progetti di ricerca della FFC.

    Gli incidenti stradali provocano ogni anno in Italia circa 8.000 decessi (2% del totale), circa 170.000 ricoveri ospedalieri e 600.000 prestazioni di pronto soccorso non seguite da ricovero; rappresentano inoltre la prima causa di morte tra i maschi sotto i 40 anni. Fonte Ministero della Salute).
    Il gran numero di persone che subiscono lesioni, più o meno gravi, in seguito ad incidenti stradali costituiscono la prova che, anche in termini di costi sociali legati all’assistenza e alla riabilitazione, ci troviamo di fronte ad una “emergenza” non trascurabile. E’ diventato prioritario, pertanto, individuare continuamente nuove strategie di prevenzione che consentano, a breve, medio e lungo termine, di porre un argine a questo allarmante fenomeno dei nostri tempi. Per questo motivo, l’edizione 2009 si pone come momento di confronto e riflessione sulla sicurezza stradale con l’obiettivo di coinvolgere i protagonisti, le Istituzioni e soprattutto i giovani.