IL COMITATO DEL “NO” ALL’AEROPORTO DI TORRACCIA ESCE CON UN ARTICOLO INFUOCATO

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Siamo alle solite,  il governo tace e “CARATTONI” non volendo o potendo dire la verità inizia con gli “sfrondoni e le offese”.
    Per Carattoni si è intelligenti solo se la si pensa come lui, bè allora a San Marino non sappiamo quanti intelligenti si contino. Per fortuna non stanno così le cose e a San Marino le persone intelligenti e di buon senso ce ne sono tantissime, anche a Torraccia caro Carattoni, nonostante non volino.
    Il comitato vorrebbe avere risposte da chi di competenza e ricorda a Carattoni e “agli affaristi del volo” per l’ennesima  volta che non siamo contro l’ampliamento a priori ma per ragioni di sicurezza; e che:
    · VOGLIAMO  VEDERE IL PROGETTO DEFINITIVO (considerando che i terreni interessati sono privati e non dello Stato)   e non il piano particolareggiato di 20 anni fa dove non vengono riportate neppure tutte le abitazioni .( Così è ovvio che gli spazi esistano per la messa in sicurezza, peccato che corriamo il rischio che atterrino nei nostri giardini)
    · AVERE IL PARERE DI TECNICI “NON DI PARTE”,  SULLA FATTIBILITA’ DI TALE PROGETTO , CONSIDERANDO LA VICINANZA DELLE CASE ALLA PISTA.(Si ricorda che gli incidenti sono più frequenti in prossimità  della pista e avvicinando la pista alle case il rischio aumenta)  
    · STUDI APPROFONDITI E  A LUNGO TERMINE  SULL’INQUINAMENTO ACUSTICO E AMBIENTALE, SULL’IMPATTO AMBIENTALE CHE TALE STRUTTURA AVREBBE( noi qui ci viviamo e da molto prima della nascita dell’aeroclub e vorremmo continuare a respirare aria pulita e dormire senza sentire i vostri motori ad ogni ora. A voi non crea disturbo, finito il divertimento ve ne andate a casa, dove qualcuno non fa neppure passare più il rally per la polvere. Vorreste comandare anche a casa nostra)
    · VOGLIAMO SAPERE: QUALI E QUANTI AEREI DOVREBBERO ARRIVARE? SOLO DI GIORNO O ANCHE DI NOTTE?
    · QUALE SARA’ IL PROFITTO PER IL NOSTRO STATO? QUALI LE SPESE DA SOSTENERE?(Considerando il periodo di crisi in cui ci troviamo)   
    · QUAL’E’ L’ORGANO CHE CONTROLLERA’ LA REGOLARITA’ DEI VOLI E DI TUTTE LE OPERAZIONI ? Ora si controllano da soli alla faccia della nostra sicurezza e tranquillità. Anche durante l’ultima manifestazione svoltasi Sabato 25  e Domenica 26 Luglio sono stati eseguiti voli acrobatici sopra le nostre abitazioni. In Italia ciò è espressamente vietato, da noi?E’ lecito compiere acrobazie sopra le case, dato l’alto rischio che tali evoluzioni comportano?
    · CONOSCERE LE NORME DI SICUREZZA IN VIGORE A SAN MARINO. A CHI RIVOLGERSI NEL CASO QUALCUNO NON LE RISPETTI. Ma che non siano gli stessi che volano ogni giorno sopra le nostre teste.
    Vorremmo far notare che il comitato di Torraccia non è mai stato interpellato sulla questione ampliamento e adesso vorreste azzittire  pure la giunta. Alla faccia della democrazia……
    Noi ci chiediamo come può essere che dopo 20 anni, dopo le proteste motivate e giustificate da lavori al limite della regolarità(lo stesso aeroclub li definì abusivi), dopo gli incidenti avvenuti vicino alle case, non ci sia un SEGRETARIO  che venga a vedere con i propri occhi la situazione reale. Ossia le case sono vicinissime a quella che dovrebbe diventare la  pista.
    Il comitato non ci sta a che Carattoni e i suoi amici vogliano far credere che è grazie a loro se il territorio è rimasto verde e privo di costruzioni (gli unici che vogliono rovinarlo sono proprio loro con una pista di 900 mt in asfalto e chissà cos’altro)  infatti:
    · I terreni privati vincolati da servizi sono esclusivamente quelli agricoli e non quelli edificabili, quindi chi vuol costruire lo può fare con o senza aeroclub.(lo dimostra il fatto che di case ne sono state costruite diverse negli ultimi anni e  ancora si costruiscono )
    · Il comitato fin dalla sua nascita ha espressamente richiesto che qualora venisse tolto il vincolo di zona aeroportuale l’area in questione rimanesse agricola come in origine.(non abbiamo altri interessi  se non il vivere in pace e tranquilli nel verde).
    Rispondendo al Segretario Casali (o aeroporto o cavoli) il comitato dice coltiviamo cavoli, guadagniamo in salute.

    IL COMITATO DI TORRACCIA