IL CONGRESSO DELLA Federazione Industria si chiude con successo!!!!!!

 

PUBBLICO DELLE GRANDI OCCASIONI , GRANDE PARTECIPAZIONE , INTERVENTI COSTRUTTIVI!!

Uscire dalla crisi con nuove tutele sociali e una politica economica che punti al rilancio dell’economia reale. E’ la parola d’ordine dell’undicesimo congresso della Federazione industria CDLS, che ha chiuso i lavori nella serata di giovedì 22 gennaio alla sala del Castello di Domagnano.

 
 

L’assemblea dei 140 delegati ha approvato all’unanimità la mozione conclusiva e ha eletto i 27 membri del nuovo direttivo di federazione, con otto i nuovi ingressi. Il segretario uscente, Giorgio Felici, è stato il più votato, seguito da Paride Neri, Angela Tamagnini e Luca Montanari. Nella prima riunione del nuovo direttivo, ci sarà la nomina del segretario di federazione e dei 6 membri di segreteria.

 

Articolata in tredici punti, la mozione finale riflette la “forte preoccupazione” del mondo del lavoro sammarinese per il brusco rallentamento dell’economia: “Negli ultimi mesi è raddoppiato il numero dei lavoratori in mobilità, sono aumentate le ore di casa integrazione e calano i fatturati delle aziende”. 

Per questo “non è più rinviabile da parte del Governo l’approvazione del pacchetto di leggi che potenziano le tutele sociali dei lavoratori delle aziende in crisi”. Tra le misure più urgenti, il documento congressuale indica “l’adeguamento e l’estensione delle risorse destinate agli ammortizzatori sociali”. In primis l’aumento dell’indennità di disoccupazione giornaliera, attualmente ferma a 2 euro.

All’Esecutivo sollecita inoltre la firma con lo Stato Italiano dell’accordo di cooperazione economica: per dare “certezze normative” alle imprese e per “risolvere definitivamente la questione della doppia tassazione dei lavoratori frontalieri”.

 

Ma per arginare i colpi della recessione, la FLIA-CDLS rivendica “una politica industriale che punti al rilancio dell’economia reale”, a partire da quelle imprese manifatturiere presenti da anni sul territorio; un “strategia economica orientata allo sviluppo”, attraverso progetti capaci di attirare nuovi investimenti; interventi mirati a “qualificare il lavoro”, come l’obbligo formativo per le aziende, per renderlo così in sintonia con la domanda delle giovani generazioni con un alto livello di scolarizzazione.

L’auspicio finale è quello di “rinnovare in tempi brevi il contratto di lavoro scaduto lo scorso dicembre”.  

 

Ecco l’elenco degli eletti nel direttivo della FLIA-CDLS in ordine di preferenze:

Giorgio Felici, Paride Neri, Angela Tamagnini. Luca Montanari, Massimo Rosti, Manuel Bianchi, Alessandro Stacchini, Massimo Cervellini, Giuliano Urbinati, Rossano Conti, Milena Tesei, Matteo Zeppa, Luca Casadei, Cosimo Redi, Gian Luigi Cecchetti, Giuseppe Francioni, Alessandro Semprini, Hidra Viron, Andrea Rinaldi, Gianluigi Giardi, Valentina Taddei, Fernando Ceccoli, Verter Rocchi, Giuseppe Macrelli, Davide Canarezza, Roberto Cecchetti, Fabio Paci.

 

 

CDLS

Comunicato Stampa

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Screenshot