Il Consiglio centrale della Dc

  • Le proposte di Reggini Auto

  • A Domagnano il Consiglio centrale della Democrazia Cristiana per segnare la ripresa dell’attività politica.
    Il parlamentino democristiano si è aperto con la relazione del Segretario Valentini. Incentrata sulla volontà di restituire concretezza e credibilità all’azione politica, come da programma.
    Per dare attuazione a questa volontà la Dc concentrerà l’azione su due linee: quella del dare il più possibile sostegno e supporto al governo nell’azione di risposta ai problemi che stanno emergendo. Il secondo passo, dal momento che il Pdcs ha di fatto aperto la campagna di tesseramento 2009, è incentrato sulla determinazione di rivolgersi al paese per continuare a costruire la presenza partito nella società. “Il Pdcs con i suoi ideali, deve diventare motivo di aggregazione” ha detto il Segretario. Cosa che dovrà essere tenuta in conto anche nell’organizzazione del partito. Con momenti, punto di riferimento per conoscere, informarsi e formarsi. “Cioè – per Valentini – una politica che non può delegare solo agli addetti ai lavori le cose da fare”. Al Consiglio centrale sono intervenuti poi i membri di governo democristiani e il capogruppo Mazza sull’avvio dell’attività del gruppo consiliare.

    Fonte: San Marino RTV