Il Dito e la Luna di Mirko Tomassoni – comunicato stampa

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il Dito e la Luna

     

    Chissà quanti pronostici e sondaggi sono stati commissionati durante tutta la campagna per le Elezioni Presidenziali Americane del prossimo 4 novembre? Tantissimi, resi pubblici uno dietro all’altro, senza tregua…

     

    A San Marino, le agenzie di rilevazione stanno tempestando di telefonate i cittadini, per sondare la loro opinione sulle prossime Elezioni Politiche del 9 Novembre.

    Con la fine della stagione “dei governi dalle porte girevoli”, anche le forze politiche sembrano riporre nel Sondaggio, la ricerca della risposta a quel bramoso desiderio di conoscere in anteprima, le possibilità del loro successo. Una di queste forze, qualche settimana fa, ha commissionato e pubblicato un clamoroso rilevamento, che dava il Centro-Destra nettamente in vantaggio (alcuni dicono anche che sia stato anche un pò manipolato). Ultimamente però, l’entusiasmo di render note queste inchieste, sembra improvvisamente calato e le ragioni di questa “momentanea riservatezza”, non sono date a sapere.

    Posto che la prudenza è più che raccomandabile in questi casi, si ha comunque la percezione, giustificata e confermata anche dai dibattiti politici di questi giorni, che vi sia un inversione di tendenza del consenso. L’impegno di Riforme e Libertà, è sempre stato quello di esser pronti ad agire il giorno dopo le elezioni, mentre sul fronte opposto si è evidentemente tentato di illudere gli elettori dicendo di aver già vinto in partenza. Del resto è anche normale che il consenso, si guadagni confrontandosi seriamente, rendendo chiari i progetti veramente riformisti, illustrando gli obiettivi che si possono raggiungere subito. Su ragioni tangibili insomma…ma allora cosa può essere successo?

    Non sarà forse che talune questioni come l’equanime Progetto di Legge di Riforma del Catasto, di cui non c’è traccia nel Programma del Centro-Destra, la negazione di diritti a figli e nipoti di chi lasciò San Marino con la valigia di cartone, l’azione kamikaze della politica di AP, qualche intervento falloso “a mani giunte” di troppo, ecc…, sta facendo abbandonare al “Patto per San Marino” l’illusione del plebiscito? Non sarà che le difficoltà nel convincere l’elettorato, che la Coalizione Riformista sia l’orda di cavallette che ha devastato il nostro Paese fino a portarlo sull’orlo del baratro, sta inducendo in loro una certa preoccupazione, confermata dai dati in loro possesso?  

    Se poi aggiungiamo la difficile coesione politica della Carovana del Centro Destra, ciò è possibile, perchè al loro interno, troppe sono le carte scombinate.

     

    Gli Americani, avvezzi ai Poll (Sondaggi) a stelle e strisce, sanno quanto talvolta questi possano essere inattendibili, ed hanno ormai capito bene, che è meglio “guardar la luna piuttosto che fissare il dito che la indica”, cioè l’essenza delle cose, e non i filtri, talvolta machiavellici.

    Ma anche i cittadini Sammarinesi non sono fessi, guardano alla concretezza, perché sono capaci di vedere e comprendere le cose davvero importanti.

     

    Mirko Tomassoni