IL PSRS CHIEDE LUMI SULL’ISTALLAZIONE DI NUOVE ANTENNE SUL PALAZZO KURSAAL

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ancora una volta la questione antenne torna prepotentemente al centro dell’attenzione. Pare, infatti, che ne sia stata installata una nuova sul tetto del Palazzo Kursaal, creando stupore sia nella cittadinanza, sempre più preoccupata per l’emissione di inquinamento elettromagnetico, sia nelle associazioni di tutela dei consumatori.
    Eppure il Governo, interpellato dal Partito Socialista Riformista Sammarinese nel mese di ottobre scorso, aveva assicurato che l’Esecutivo stava vagliando l’ipotesi di attuare una condivisione dei siti da parte dei vari operatori, con l’intento di non aumentare le installazioni, ma addirittura di diminuirle. Il Segretario per il Territorio, inoltre, aveva dichiarato che si era svolto un incontro preliminare con i responsabili delle società operanti nel settore delle telecomunicazioni, finalizzato proprio a valutare la fattibilità di azioni tese alla riqualificazione dei servizi ed alla massima garanzia della salute dei residenti; problematica che era al vaglio della Commissione Tutela Ambientale.
    Alla luce di quanto esposto, interpelliamo il Governo per sapere se:
    a) corrisponda al vero che sia stata installata una nuova antenna sul Palazzo Kursaal e qualora confermasse a quale società sia stata concessa l’autorizzazione di installarla;
    b) qualora la notizia fosse confermata, perché il Governo abbia autorizzato l’installazione dal momento che aveva dichiarato di non voler aumentare le antenne bensì di diminuirle;
    c) siano state installate altre antenne;
    d) ci siano altre società che abbiano fatto richiesta di installazione di antenne e qualora ci fossero cosa intenda fare il Governo;
    e) quale sia stato l’esito dell’incontro suddetto con i responsabili delle società operanti nel settore delle telecomunicazioni;
    f) quale sia stato il parere della Commissione Tutela Ambientale.
    San Marino, 19 gennaio 2010
    I Consiglieri PSRS
    Paride Andreoli
    Paolo Crescentini
    Si associa per la risposta scritta il Consigliere Silvia Cecchetti