IL PSD INTERPELLA SU 2 CASI DI DOPPIO INCARICO DI AMBASCIATORE

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Nella giornata oggi il Consigliere Fiorenzo Stolfi, al quale si associa il Consigliere Claudio Felici per la risposta scritta, ha presentato alla Segreteria Istituzionale una interpellanza dal seguente contenuto:

    “La delibera del Congresso di Stato n.3 del 26 ottobre 2009 ha come oggetto l’applicazione del principio della rotazione negli incarichi di Capo Missione per le sedi diplomatiche di Roma e Strasburgo.

    L’ultimo comma della delibera recita:”Nomina fin da ora quale Capo Missione a Roma la D.ssa Daniela Rotondaro, quale Capo Missione a Strasburgo la D.ssa Barbara Para”.

    Se si considera che il Congresso di Stato non ha deliberato la cessazione dell’incarico di Capo Missione a Strasburgo dell’Ambasciatore Guido Bellatti Ceccoli, nè ha deliberato la cessazione dell’incarico di Capo Missione a Roma dell’Ambasciatore Barbara Para;

    se si considera altresì che gli Ambasciatori Ceccoli e Para hanno continuato a ricoprire tali incarichi nelle sedi  loro assegnate a suo tempo e cioè Strasburgo e Roma;

    emerge che con la delibera sopracitata il Governo ha prodotto la paradossale situazione per la quale San Marino si trova ad avere contemporaneamente in carica due Capi Missione a Strasburgo (Ceccoli e Para)  e due Capi Missione a Roma (Para e Rotondaro).

    Interpello pertanto il Governo

    per conoscere i motivi  che hanno portato ad emettere una delibera cha ha prodotto un pasticcio di questo genere.