IL PSD INTERPELLA SUL DIGITALE TERRESTRE A SAN MARINO

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Nella giornata di ieri il Consigliere Claudio Felici ha inviato alla Segreteria Istituzionale una interpellanza dal seguente contenuto:
    “In merito alle notizie recentemente trasmesse anche dalla tv pubblica circa la prossima distribuzione delle frequenze televisive del digitale terrestre che vedrà lo swich-off per l’Emilia Romagna e le regioni limitrofe ( Veneto, Lombardia, ecc.) entro il prossimo autunno;
    considerato che il piano italiano di assegnazione delle suddette frequenze nell’area adriatica circostante alla Repubblica di San Marino verrà definito molto probabilmente entro il corrente mese di febbraio;
    tenuto conto della irrinunciabile necessità che San Marino, attraverso la San Marino RTV, preservi integralmente la propria capacità di conservare le frequenze di sua proprietà, patrimonio essenziale per garantire lo sviluppo della attività radiotelevisiva del Paese, del servizio pubblico ai sammarinesi e della funzione di promozione del Paese al di fuori del territorio
    tenuto conto della fondamentale importanza dell’ampliamento del bacino di irradiazione del segnale televisivo sammarinese;
    in considerazione degli accordi stipulati ed in essere con la Repubblica Italiana in materia radiotelevisiva, che oltre a recepire le disposizioni del Piano di Ginevra del 2006 in merito alla precisa assegnazione delle frequenze, prevedono l’impegno a non accendere tre delle cinque frequenze assegnate dal Piano di Ginevra a beneficio dell’Italia, ma al contempo l’opportunità di ampliare il bacino di irradiazione della San Marino RTV, con impianti da dislocare anche in territorio italiano
    interpello il Governo
    per conoscere:
    se siano state messe in campo tempestivamente iniziative atte a difendere il patrimonio di frequenze già assegnato alla Repubblica di San Marino, nel prossimo passaggio al digitale terrestre;
    con quali obiettivi, con quale urgenza e da quali strutture le eventuali iniziative saranno perseguite;
    se tali iniziative potranno portare ad un ampliamento del bacino di irradiazione della San Marino RTV;
    quali azioni ha posto in essere il Governo per sollecitare la ratifica dell’accordo in materia radiotelevisiva da parte italiana;
    se sia intenzione del Governo di concretizzare gli impegni già contenuti nell’accordo in materia radiotelevisiva tra la Repubblica di San Marino e la Repubblica Italiana.”
    San Marino, 12 febbraio 2010