IL PSRS CHIEDE DI INTITOLARE UNA PIAZZA O UNA VIA A BETTINO CRAXI

  • Le proposte di Reggini Auto

  • In occasione del decimo anniversario della morte di Bettino Craxi, desidero ricordare la sua figura di uomo di Stato e di Leader del socialismo italiano ed europeo. Il compagno Craxi ha espresso una politica di alto livello nelle istituzioni democratiche e nel percorso dell’autonomia socialista.
    Come Presidente del Consiglio dei Ministri ha dato autorevolezza al ruolo di Capo del Governo e prestigio internazionale all’Italia. Come Segretario del Partito Socialista Italiano ha contribuito a conquistare un socialismo moderno, lontano dalle ideologie ottocentesche, ma saldamente legato ai valori ed agli ideali della solidarietà, della giustizia sociale, della libertà e della democrazia; si è battuto con grande impegno per rendere autonomo il socialismo; ha dato un forte sostegno ai movimenti di liberazione dei popoli oppressi dalle dittature.
    Bettino Craxi è stato un amico di San Marino e lo ha confermato anche con la sua visita in occasione della celebrazione dello scampo di Garibaldi nella nostra Repubblica dopo la caduta della Repubblica Romana. E’ stato un amico dei Socialisti Sammarinesi, che intratteneva cordialmente durante le riunioni dell’Internazionale Socialista.
    Ritengo, pertanto, che sia opportuno che il Consiglio Grande e Generale suggelli questa passata amicizia intitolando, anche a San Marino, una via o una piazza o un parco pubblico a Bettino Craxi. I miei sentimenti mi portano il pensiero anche ad un altro amico di San Marino, che ci ha onorato di una visita ufficiale di Stato nella sua veste di Presidente della Repubblica Italiana, l’indimenticabile Sandro Pertini. Un Grande Socialista, un uomo coraggioso che si è battuto con tutte le forze contro il nazi-fascismo, una persona integerrima che ha sempre onorato i prestigiosi incarichi affidatigli dal Parlamento Italiano. Propongo, dunque, che anche a Sandro Pertini venga intitolato uno spazio pubblico per ricordare la sua figura.
    Come cittadino e come socialista mi sento onorato di promuovere i due riconoscimenti, unitamente al partito di cui faccio parte, a personaggi amici della Repubblica.