Il Sottosegretario Giovanardi in visita sul Titano

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il rapporto fra Italia e San Marino deve cambiare passo. Le condizioni ci sono, si devono trovare le soluzioni adeguate per uscire da una situazione difficile. Parola del Senatore Carlo Giovanardi Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, che ha fatto visita alla DC sammarinese e con i suoi dirigenti si è confrontato sui temi delicati del rapporto bilaterale. Giovanardi parla di normalizzazione, di una relazione che deve conoscere una nuova stagione. Ritardi – ammette – ce ne sono e lo dimostra la mancata applicazione degli accordi del 91, con le conseguenti tensioni in campo finanziario e bancario. Le cose però possono cambiare – rassicura – ci sono le volontà politiche perché ciò avvenga. L’importante – ha aggiunto l’esponente del Governo italiano – è che si riattivino al più presto i tavoli tecnici. Per Giovanardi occorrono garanzie reciproche per una collaborazione che metta in moto meccanismi che portino ad una omogeneizzazione delle normative. Un sistema efficace di controllo – sul piano finanziario e bancario – in piena autonomia e nell’utilità e convenienza reciproca dei due Paesi. Si tratta, in sostanza, di aggredire i problemi inevasi – afferma il Senatore Giovanardi – e cercare le soluzioni più adatte. Confermata la possibilità di una visita del Presidente Berlusconi, già anticipata da Giovanardi nei mesi scorsi. Non appena – ha dichiarato- la trattativa sarà conclusa e si creeranno le condizioni ottimali.
    Un colloquio che ha spaziato anche sui temi politici, evidenziando analogie tra il lavoro del Senatore nel Popolo della Libertà e il percorso di aggregazione del Patto per San Marino. Una sfida – ha spiegato Pasquale Valentini, appena iniziata. Un lavoro che va ultimato

    Fonte: San Marino RTV