Interpellanza di Sinistra unita sul lavoro nero dopo il gravissimo incidente alla Titan Call

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La recente vicende di un ennesimo incidente sul lavoro, che come ha denunciato la CSU era un lavoratore in nero, ha mostrato in maniera esplicita la drammaticità del momento che si sta vivendo sul fronte del lavoro. Ovvero una drastica riduzione del numero dei lavoratori dipendenti dovuta alla crisi internazionale, sostituiti in caso di necessità da lavoratori in nero, senza nessuna tutela sia dal punto di vista economico che normativo e nemmeno sul fronte della sicurezza.
     
    Il Segretario Marcucci, fin dal suo insediamento, ha parlato di lotta al lavoro nero. È necessario passare dalle parole ai fatti, siamo a conoscenza di un forte impegno da parte degli ispettori del lavoro al quale però non sono seguite azioni concrete in termini sanzionatori.

    Alla luce di questi avvenimenti interpelliamo il governo per conoscere:
    se corrisponde al vero che il lavoratore incorso nell’incidente alla Titan Call fosse in nero;
    in caso affermativo, quali saranno le sanzioni a carico dell’Azienda.

    E più in generale richiediamo i seguenti dati:
    1. il numero di ispezioni eseguite dall’ufficio del lavoro negli ultimi 6 mesi;
    2. il numero di sanzione emesse a carico dei datori di lavoro.
    p. Sinistra Unita
    Alessandro Rossi