INTERVISTA A LORENZO LONFERNINI SEGRETARIO DEL PARTITO DEGLI EUROPOPOLARI PER SAN MARINO

Segretario avete annunciato recentemente un coordinamento con Arengo e Libertà, può spiegarci meglio il motivo di questa scelta e quali ripercussioni future avrà? 

Con il movimento “Arengo e Libertà” una collaborazione piuttosto stretta era cominciata già prima delle elezioni del 9 novembre 2008, ci siamo presentati alla consultazione elettorale nella stessa lista, quella PDCS/EPS/AL, sia gli Europopolari per San Marino che Arengo e Liberà hanno ottenuto un ottimo risultato in termini di Consiglieri eletti.

 

Pur provenendo da ambiti politici e culturali differenti su tanti argomenti abbiamo visioni comuni, è stato dunque un passo quasi naturale quello di dare luogo ad un coordinamento più stretto tra i nostri consiglieri, i nostri congressisti e le nostre forze politiche. I due partiti continueranno ad avere la loro autonomia, i loro organismi, promuoveranno le loro iniziative, ma sulle tante questioni che assillano il Paese pensiamo di avere cose importanti da dire e pensiamo che dicendole insieme avremo più forza.

 

Le ripercussioni saranno sicuramente positive sia per la lista che per la coalizione “Patto per San Marino” alla quale confermiamo la nostra assoluta lealtà in linea con gli impegni assunti di fronte al corpo elettorale, vorremmo però stimolare un dibattito serio al suo interno perché la legge elettorale che abbiamo appena utilizzato per il rinnovo del Consiglio Grande e Generale richiede altri passi in avanti verso una ulteriore semplificazione. Non possiamo condividere le velleità egemoniche delle forze politiche più grandi che tentano di annettere le più piccole, quello che serve è un soggetto politico nuovo, aperto a tutte le forze della lista e della coalizione, che conservi intatta la grande cultura e la grande storia dalla quale proveniamo ma che si proietti nel futuro dandosi una organizzazione più confacente ai tempi che cambiano.

 

 

 

Il suo partito come giudica l’attuale momento politico e soprattutto come stà  lavorando il governo che peraltro sostenete con un vostro rappresentante?

Il momento politico è difficile perché difficile è il quadro economico e sociale in cui il Governo e i Partiti si stanno muovendo. Ad aggravare gli effetti derivanti dalla sfavorevole congiuntura internazionale va aggiunto che San Marino si trova a dovere risolvere una profonda crisi nel rapporto italo-sammarinese che sta mettendo a dura prova l’operatività delle nostre imprese e delle nostre banche. In questo contesto il Governo sta facendo il massimo e non sta lesinando energie per arrivare rapidamente ad un miglioramento della situazione generale. Vorrei sottolineare in particolare l’impegno del Segretario di Stato per gli Affari Esteri Antonella Mularoni che con la sua incessante attività sta ponendo le basi per un rilancio del rapporto con l’Italia.

 

 

Una volta fatto fronte alle emergenze attuali, quali saranno le priorità che il vostro partito proporrà al governo?

Il nostro Partito ha sempre dimostrato la volontà di mantenere uno stato sociale forte, ci siamo sempre impegnati per potere realizzare anche qui a San Marino un tessuto urbano più moderno e vivibile. Compatibilmente con gli obiettivi presenti nel programma di Governo ci impegneremo su queste tematiche, avendo ben presente però che senza una economia sana che cresca e che crei ricchezza tutto ciò rimarra una chimera, una illusione non perseguibile.

 

 

 

Nella recente vicenda del sito internet che proponeva la vendita di appartamenti con annessa residenza, oltre ad una posizione sulla vicenda, concorda con la revoca della licenza da parte del governo?

Penso che esistano delle regole ma oltre alle regole esiste anche il buon senso e il limite imposto dalla decenza. Quando le regole, il buon senso, la decenza vengono umiliati in maniera così plateale ogni parola è superflua e contano solo gli atti, il Governo ha tutta la nostra approvazione per il provvedimento preso.

 

 

ERREMAX

  • Le proposte di Reggini Auto