Kevin Spacey alla sbarra a New York per le accuse di molestie sessuali

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Kevin Spacey è comparso in un tribunale di New York per rispondere dell’accusa di aggressione sessuale da parte dell’attore Anthony Rapp, che sostiene di essere stato molestato dal premio Oscar nel 1986, quando aveva 14 anni.

    L’attore di ‘House of Cards’ ha sempre negato ogni accusa, Rapp chiede un risarcimento di 40 milioni di dollari. I due attori si sono conosciuti nel backstage di un teatro di Broadway e una settimana dopo Spacey ha invitato il ragazzo a cena con alcuni amici nella sua casa di Manhattan. Quando gli altri ospiti se ne sono andati, secondo l’accusa, Spacey avrebbe “palpeggiato Rapp”, lo avrebbe “messo sul letto” e si sarebbe “sdraiato completamente vestito, brevemente, accanto e sopra” il 14enne che alla fine è riuscito ad alzarsi ed è scappato dall’appartamento.

    L’avvocato del protagonista di ‘American Beauty’, Jennifer Keller, ha sostenuto in tribunale che non c”è stata nessuna aggressione sessuale e che per anni Rapp ha raccontato “una storia falsa” ai media ma “non è mai andato alla polizia”. Il processo non sarà incentrato sull’aggressione sessuale tuttavia poiché i fatti sono considerati prescritti ma la giuria, di sei uomini e sei donne, dovrà valutare se ci sia stato un “danno emotivo”. L’attore è stato il primo uomo ad accusare Spacey di molestie sessuali nel 2017. La star è sotto accusa anche a Londra per aggressioni sessuali su tre uomini tra il marzo 2005 e l’aprile 2013, quando era direttore di un teatro, e per le quali si è dichiarato non colpevole lo scorso luglio.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte