LA DELEGAZIONE OLIMPICA DI VANCOUVER 2010

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Questa mattina alle 12 gli Eccellentissimi Capitani Reggenti Francesco Mussoni e Stefano Palmieri hanno ricevuto in udienza la delegazione sammarinese che dal 12 febbraio prossimo prenderà parte ai Giochi Olimpici Invernali di Vancouver 2010.

    A Palazzo Pubblico guidati dal Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese Angelo Vicini, dal Segretario Generale Eros Bologna, dai membri del Comitato Esecutivo e dal Presidente della Federazione Sammarinese Sport Invernali Eraldo Cellarosi sono saliti il Capo Missione Gian Luca Borgagni, l’ufficiale di squadra Gianluca Giordani e l’atleta Marino Cardelli (assente per impegni di lavoro il tecnico Riccardo Stacchini).

    Come da protocollo è stato il Segretario di Stato per lo Sport On.le Fabio Berardi (il cui discorso è in allegato) a presentare agli Eccellentissimi Capitani Reggenti la delegazione olimpica. Dopo Berardi ha parlato il Presidente del CONS Angelo Vicini (in calce la sintesi dell’intervento) poi, il saluto ufficiale dei Capi di Stato.

    Parole, quelle delle Eccellenze che hanno riempito d’orgoglio i componenti della missione sammarinese a Vancouver, tra i temi toccati la cultura sportiva, la lealtà, il rispetto delle regole e dell’avversario nel meraviglioso mondo olimpico oltre all’importanza del vedere la bandiera sammarinese all’interno della manifestazione sportiva invernale più importante.

    “Partecipare ai Giochi Olimpici invernali –hanno detto i Capi di Stato- sarà per voi un motivo d’orgoglio ma anche una grande responsabilità. Voi siete chiamati a tenere alti i colori della nostra bandiera che avrà pari dignità ed importanza di quelle di tutti gli altri Stati. La stima e la simpatia che da sempre accompagnano le prove degli atelti biancazzurri –hanno concluso- siano ancora una volta la costante di questa vostra esperienza”.

    Al termine del loro saluto gli Eccellentissimi Capitani Reggenti hanno consegnato a Marino Cardelli la bandiera di San Marino.

    Angelo Vicini (Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese):

    “Ancora una volta le Loro Eccellenze hanno voluto farci onore accordandoci un udienza ufficiale e per questo motivo intendo ringraziarle pubblicamente. La delegazione che prenderà parte alla Olimpiadi di Vancouver si è presentata ai Capi di Stato per ricevere il saluto affettuoso ed augurale delle istituzioni, un saluto che sicuramente sarà da stimolo e caricherà di giusta responsabilità i rappresentanti sammarinesi facendo loro capire che non parteciperanno a questa manifestazione in rappresentanza del solo Comitato Olimpico ma dell’intera Repubblica di San Marino. Lo slogan delle Olimpiadi è da sempre “l’importante è partecipare” ma motivi legati alla logistica dell’evento rendono difficilissima la partecipazione degli atleti a queste competizioni. E’ dunque una grande vittoria essere presenti a Vancouver dando così continuità alla nostra partecipazione alle Olimpiadi Invernali.

    Anche questa volta la bandiera del nostro paese sfilerà durante la cerimonia d’apertura dei Giochi Olimpici e una nostra rappresentativa presenzierà all’accensione della fiamma olimpica simbolo universale di pace ed amicizia. Sarà un motivo di grande emozione, ce ne renderemo conto quando vedremo il vessillo del nostro paese entrare all’interno dello Stadio Olimpico di Vancouver il prossimo 12 febbraio. Posso assicurare che in quell’occasione il nostro portacolori rappresenterà la Repubblica di San Marino con orgoglio e dignità”.

    SPORTAGENCY.SM