“La disponibilità c’è”. Ora Pregliasco vuol buttarsi in politica

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Un ruolo in Regione Lombardia? Il virologo Fabrizio Pregliasco non esclude la possibilità.

    Raggiunto dalle agenzie di stampa a margine del 54° Congresso nazionale Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) di cui detiene la presidenza, il direttore sanitario dell’Irccs Istituto Ortopedico Galeazzi ha affermato di non avere alcuna chiusura in merito a una sua possibile candidatura alle elezioni regionali in Lombardia. “Sicuramente la disponibilità c’è“, replica ad Agenzia Vista, “perché essere volontario significa fare politica nel senso più alto del termine e fare qualcosa per il bene della propria comunità. Quindi, senz’altro c’è bisogno di dare la voce al volontariato, al terzo settore, e in questo senso potrei contribuire“.

    Anche nel corso del suo intervento al Congresso nazionale Anpas, Pregliasco ha spiegato, come riportato da Il Tempo, che attualmente c’è bisogno di un rinnovamento politico complessivo. “Le associazioni come Anpas e tutti i dirigenti non possono non farne parte, proprio perché anche noi siamo la società civile“, ha dichiarato. “Per questo, lasciate che ve lo dica a chiare lettere, è giunto il momento di un’assunzione di responsabilità globale, amministrativa e politica. È giunto il momento di far arrivare più forte la nostra voce nelle aule parlamentari, nei consigli regionali, nei comuni, nelle strade, tra la gente. Ovunque la politica trovi il suo compimento“.

    Pregliasco ha assicurato che non è importante il suo destino personale, quanto piuttosto quello del Paese. “Quello che conta sono i risultati che potremo raggiungere come Associazione di associazioni e come esponenti del pensiero civico e dell’azione di servizio a beneficio dell’Italia, perché la pubblica assistenza è per sua natura orizzontale, democratica e, soprattutto, assiste tutti, nessuno escluso“, ha aggiunto.

    Quanto alla Regione Lombardia, Pregliasco ha dichiarato: “Convinto di poter dare il mio contributo per affrontare queste sfide, sciolgo ufficialmente la riserva e sono onorato di accettare l’incarico di presidente di Anpas Lombardia e di mettermi completamente a disposizione per il futuro della mia Regione“.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte