Da Libertas.sm: ''Politici una volta raggiunto il potere, disponibili ad essere corrotti…

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ci spiace, sinceramente, dover leggere un articolo – editoriale – dal sito libertas.sm a titolo ”Sopravvivere per la Svizzera, ancor più per San Marino”  ove si accusa genericamente, senza portare prove inconfutabili, la classe politica sammarinese in toto. Noi abbiamo accusato anche in maniera forte il Comandante Albina Vicini di essersi appropriata di somme di denaro ”pubbliche” ma abbiamo prove in mano o comunque facciamo riferimento a prove inconfutabili, che in questo caso mi sembra non esserci.

    Mi sembra che si voglia sparare al mucchio per prendere qualcosa..e questo è, secondo noi, inaccettabile!

    Il Prof.Cecchetti – pensiamo che sia stato lui a farlo dato che l’articolo non è firmato ma è lui il Direttore responsabile della testata on line Libertas.sm – denuncia il grave stato di corruzione dei politici sammarinesi, capaci – queste le sue parole – capaci solo, una volta raggiunto il potere, di offrire la propria disponibilità a farsi corrompere, come dimostrano la devastazione del territorio, le triangolazioni delle merci, gli scandali connessi a un sistema finanziario fatto crescere senza regole”.

    Noi del giornale.sm, mi spiace perchè la stimiamo, siamo di diverso avviso. Non possiamo generalizzare e rimpiangere il passato. Dobbiamo per forza guardare, con slancio, AVANTI!

    Non possiamo generalizzare perchè facciamo tutti parte del sistema, e chi più o chi meno ha usufruito di questo sistema: tutti siamo d’accordo che dobbiamo correggerlo e dobbiamo creare regole certe e non invasive, ma corrette, certe e funzionali.

    Ma tutti, nessuno escluso ha ottenuto qualcosa, chi più chi meno. Quindi ergersi a paladino della moralità – ma questo vale per tutti – oltre a non essere giusto e corretto non mi sembra nemmeno appropriato. Questo mi dispiace ma lo dovevo dire.

    Come non trovo giusto, che per qualsiasi cosa si debba per forza trovare un colpevole a tutti i costi, come nel caso della Punto Shop.

    Proprio in questo caso non mi sembra che il passato governo possa aver avuto delle responsabilità, dato che tutto è successo con una velocità impressionatamente vorticosa, dove la situazione è precipitata in pochissimi mesi. Eppoi – scusi Professore – non ci si ricorda che sino all’anno scorso la Punto Shop ha chiuso in Utile, come gli anni precedenti? Pagando le sue tasse – probabilmente.

    Allora non si può fare di tutta l’erba un fascio, ad esempio che cosa c’entra la KarnaK che ha una parziale defiscalizazione per i propri utili. Se è stata data – e non vengono, almeno ultimamente concesse tanto per darle – ci sarà pure un motivo! Si tratta di una realtà che è meglio averla a San Marino. Una realtà sana e che occupa diversi cittadini e residenti. E non è poca cosa ai tempi d’oggi.

    Quindi questo vedere nero a priori non mi piace. Meglio essere ottimisti e far continuare a governare quest’ottimo Governo – che fino ad ora mi sembra molto reattivo, capace e vicino ai problemi della popolazione, a parte alcune nomine di presidenti di alcune commissioni che sono state un vero scandalo, e che speriamo correggano.

    Eppoi perchè accanirsi inutilmente sulle responsabilità del passato Governo? Non è stato premiato nelle ultima tornata elettorale, basta questo! In democrazia conta questo…se si è democratici. Pensiamo a risolvere i problemi veri  del paese anzichè fare come i capponi di Renzo!

    Con stima, caro Professore

    Il Direttore di www.giornale.sm