La picchiava nella testa e l’anziana diceva: ”basta mi fai male” e per la paura ha urinato nel letto. La testimonianza di A.L.Balulescu nel processo a Felicia Bidica

maltrattamenti-anziani-disabili-tuttacronacaProcesso a Felicia Bilica detta Diana, la 29enne di origine rumena residente a Faetano e sposata con un sammarinese.

L’operatore socio sanitario è accusata di maltrattamenti continuati agli anziani dell’Unità operativa complessa Assistenza Residenziale Anziani dell’Istituto per la sicurezza sociale (U.O.C.), cioè la casa di riposo di Cailungo.

Ha testimoniato questa mattina l’ex tirocinante la conterranea di Bilica, Angela Luminita Balulescu dopo le dichiarazioni sconvolgenti di Ilenia Lanci che ha dichiarato di aver visto la Bidica cospargere di feci un’anziana paziente, che prestando il giuramento di rito, che ha dichiarato:

Secondo la testimone Angela Luminita Baudescu, la Bilica si sarebbe a lei rivolta, mentre la stava spogliando e mettendola a letto, con frasi offensive. Avrebbe detto: ”Non rompere, non fare capricci, altrimenti ti faccio cadere”  per poi picchiarla ripetutamente alla testa con una traversa del letto (un lenzuolo piegato) dato che l’anziana, agitatasi, aveva urinato nel letto. La Bilica picchiava l’anziana anche se questa aveva detto: ”Basta mi fai male”.

Ho chiesto – dice la Baudescu – alla Bilica di smettere, anche in rumeno, e come mai avesse picchiato l’anziana ospite della casa di riposo. Lei mi ha risposto che anni prima, quando ancora camminava, la stessa signora che era incontinente aveva lasciato i suoi escrementi in giro per il corridoio. E lei, in quel caso, dovette pulire.

——-

Escussione testimoniale della Sig.raAngela Luminita Baudescu da parte del Giudice di primo grado, Commissario della Legge Avv.Gilberto Felici

Commissario Felici.: ”Ha rapporti con l’imputata?”

No ne a San Marino e in Romania.

Nell’episodio eravate solo voi due?

Si solo noi due

Era una procedura normale appoggiare l’anziano ad un armadio per togliere i pantaloni?

Si 

Lei dice che la Bidica ritorna con un lenzuolo piegato (una traversa) e colpi l’anziana ospite?

Si, più di una volta.

Lei ha reagito?

Si, ma sono rimasta scioccata. Non reagì immediatamente perchè la cosa era scioccante ed era solo un mese che facevo tirocinio. Mai prima di allora avevo visto qualcosa di simile. 

Poi?

Ho iniziato a parlare in lingua rumena per farla fermare. Non coglievo nessun tratto di umanità nella condotta della Bidica, e le ho detto di smettere sennò glielo avrei fatto io a lei.

Perchè lei non ha raccontato nulla a nessuno?

Avevo paura di raccontarlo, talmente era incredibile ed assurdo. Temevo di non essere creduta.

Lei lo ha detto a qualcuno?

No, nemmeno a casa. Non ne avevo la forza. Mi sentivo con la coscienza sporca. 

Lei lo dice nel corso di questa lezione della Stacchini?

Si, dopo che le altre ragazze hanno detto le stesse cose della Bidica. Gli stessi comportamenti scorretti. La prima, ma non verrei sbagliare. è stata la Catia De Luca. E’ stata l’unica volta che se ne è parlato. Penso che tutti avessero paura a farlo. Hanno parlato Alicia, Ilenia, Erica e Tania. La Dott.ssa Stacchini è stata molto brava perchè ci ha messo a nostro agio e tutti così abbiamo iniziato a parlare. Prima della fine della lezione si giunse alla identificazione dell’operatore responsabile in Felicia Bidica.

Felicia Bilica le ha detto di non dire questa cosa?

No, ma le ho chiesto perchè lo facesse. E lei mi ha raccontato il motivo ovvero che la signora, anche quando camminava, sporcava di feci il corridoio.

Lei ha concluso il suo corso con profitto?

Ho terminato il corso con profitto. Sono stata anche a lavorare alla Casa di Riposo. Mi hanno attaccata al muro come una spia. Un infermiere che si chiama Marco Cervellini che mi ha detto: ”tu non puoi stare con i clienti da sola”. Il 29 giugno la Cinzia Cesarini ha anche inviata una lettera perchè mangiavo un cocomero nella mensa. Io il mio dovere l’ho sempre fatto. A me chi mi aiuta? In quella lettera sono scritte delle cose non vere. Non mi si può dire che sono una scansafatiche: Non è vero! Sono stata ripresa da Cervellini perchè mi sono esposta in questa vicenda. 

—-

Escussione testimoniale della Sig.ra Angela Luminita Baudescu da parte del Procuratore del Fisco, Dott. Roberto Cesarini

Da parte della Bilica all’anziana della casa di riposo, secondo lei l’azione violenta è stato un modo per fargliela pagare? di quell’episodio del corridoio.

Penso di si. Ma non so fosse una vendetta e se dipese da quello, però lei mi disse questo. 

Disse ”gliela faccio pagare”?

No, però mi raccontò dell’episodio del corridoio. 

Ha visto altri atteggiamenti della Bidica?

no, non ho visto altri atteggiamenti. Li si stava come in famiglia. Si parlava e si scherzava.

Non si alza la voce contro gli anziani? 

No, anzi li si fa ridere e scherzare.

Se c’è un anziano che picchia andava legato?

No, non ho mai visto

Ma non può capitare che alla fine del turno una persona perda la pazienza?

No, non ho mai visto e non ho mai sentito insulti.

——–

Escussione testimoniale della Sig.ra Angela Luminita Baudescu da parte dell’avv. Rossano Fabbri, difesa.

Relazione alla Stefanelli. Chi glielo ha chiesto di farla?

La Stefanelli ci ha detto dopo la lezione di psicologia, sopraggiunta in aula informata dalla Prof. Stacchini delle nostre dichiarazioni: ”Io non vi posso obbligare, ma vi dico se avete una coscienza sapete cosa fare!” e ci ha detto, per chi voleva farlo, di scrivere una relazione. L’abbiamo poi riconsegnata nei giorni seguenti. 

Si parlò solo della Bidica?

Si, si parlò solo di lei. Peraltro eravamo più di 21 allievi e solo quelli che ho prima indicato hanno riferito qualcosa. 

 

—–

Si continua con altri testimonianze

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Le proposte di Reggini Auto