Lazio: Inzaghi, rissa nel finale? eravamo nervosi..

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 01 AGO – ‘ ha parlato del grande nervosismo che s’è visto al San Paolo tra i giocatori del Napoli e della Lazio nei minuti finali. E ha subito stemperato i toni: “Non volevamo finire quarti, sapevamo che l’Atalanta stava perdendo e volevamo arrivare terzi, c’era un po’ di nervosismo. Con Gattuso non c’è alcun problema, anche se non ci siamo ancora incontrati.
        Capitano queste cose. In queste giornate si sono visti tanti scambi di opinioni. C’era stato qualcosa tra un suo collaboratore e un mio collaboratore, ma sono cose che si risolvono a fine partita. Sono scene che non si dovrebbero vedere ma in campo accade, mi è successo altre volte”.
        Nel dopopartita di Napoli-Lazio l’allenatore dei biancocelesti Simone Inzaghi, dai microfoni di Sky Sport, parla del grande nervosismo, con accenno di rissa in campo,visti al San Paolo tra i giocatori del Napoli e della Lazio nei minuti conclusivi della partita.
        “Chiudiamo il campionato al quarto posto e sicuramente potevamo fare meglio per come eravamo piazzati prima della sosta – dice ancora Inzaghi – . Ma nulla toglie al campionato che abbiamo disputato. Ma nulla toglie al campionato dei ragazzi.
        Abbiamo lasciato dietro Napoli, Milan e Roma, avversari molto attrezzati. Siamo insieme da 4 anni, dobbiamo migliorare dove potremo. Dovremo cercare di fare un ottimo cammino in Champions e ripartire nel modo giusto”.
        Qual è il rammarico più grande per Inzaghi? “Io penso che nella settimana di Bergamo sono andato lì senza 6-7 giocatori, di cui 5 titolari – risponde – E’ normale che qualche problema potessimo risentirne, mi sono ritrovato senza diversi giocatori importanti. Il rammarico è non aver potuto giocare alla pari degli altri dopo la pausa”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte