LEGA, LEGA LEGA!!!! San Marino come simbolo federalista ed autonomista della Lega????

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Gli unici a difenderci dello strapotere dai SOLITI burocrati della Banca d’Italia sono i Leghisti; l’onorevole Pini, soprattutto, di cui noi del giornale.sm avevamo, circa un mese fa, dato ampio spazio. Meritatamente visto il proseguo!

    E’ lui il promotore di un istanza in parlamento dove considera gravi ed inappropriate le azioni, a danno del ns. paese, intraprese proprio dalla Banca d’Italia. Tanto per cambiare.

    Ne da l’annuncio San Marino Oggi sulla terza, con un articolo intitolato ”La Lega Nord a difesa del Titano”

    Leggiamo in questo articolo frimato da frac, che La Lega potrebbe essere un nuovo alleato di San Marino, ma anche e soprattutto della Romagna e delle Marche.

    Infatti già da quest’oggi La Lega presenterà in commissione Bilancio allla Camera, una interrogazione parlamentare a firma dell’onorevole Gianluca Pini e dell’onorevole Massimo Bitonci. Si legge nella interrogazione che la Banca di Italia ha attuato numerose azioni, sconfessando la Convenzione tra Italia e Repubblica di san Marino.

    ecco comunque quanto riportato dalla Agenzia Dire.

    Con una interrogazione, che verra’ presentata oggi in commissione Bilancio della Camera, i due parlamentari leghisti Gianluca Pini e Massimo Bitonci puntano il dito contro la circolare che Bankitalia ha recentemente emesso e che blocca la circolazione di denaro e di assegni e limita la funzionalita’ delle carte di credito tra Italia e San Marino. Un documento che anche sul Titano ha creato un clima di allarme visto che ostacola la riscossione di assegni e l’uso di carte di credito. La Banca d’Italia, si legge nel testo dell’interrogazione “sta arrecando un enorme danno al territorio circostante la Repubblica di San Marino e in particolare al tessuto economico e finanziario che rischia di vedersi privato di ingenti risorse finanziarie provenienti dalle banche sammarinesi e depositate negli istituti di credito italiani della Romagna e delle Marche”

    E scusate se è poco. Che questa interrogazione sia di spunto ai ns. politici per aprire alla Lega Nord. L’unica che si sia preoccupata di fare qualcosa. Un’opzione questa già diverse volte suggerita dal www.giornale.sm