LGBT – San Marino presso l'Atlante – Domenica 30 e Lunedì 1

  • Le proposte di Reggini Auto

  • In occasione della Giornata Mondiale Contro l’AIDS, appuntamento internazionale dedicato alla lotta contro l’AIDS che si celebra in tutto il mondo ogni anno il 1° dicembre, l’Associazione LGBT-San Marino organizza due iniziative per sottolineare l’importanza della prevenzione e riaffermare la dignità delle persone sieropositive.
    Due banchetti – domenica 30 novembre presso il Centro Commerciale Atlante e lunedì 1 dicembre presso l’Ospedale di Stato – in cui i volontari dell’Associazione distribuiranno materiale informativo relativo all’AIDS, alla prevenzione e alle malattie sessualmente trasmissibili e venderanno delle piantine per raccogliere fondi per la LILA (Lega Italiana per la Lotta contro l’AIDS).
     
    Questa giornata rappresenta un’occasione per esprimere la propria solidarietà alle persone affette da questa malattia e ricordare a cittadini e governi che la lotta all’AIDS è ancora aperta.
    La ricorrenza è stata indicata in quanto il primo caso di AIDS è stato diagnosticato il 1º dicembre 1981. 
    Da allora l’AIDS ha ucciso oltre 25 milioni di persone, diventando una delle epidemie più distruttive che la storia ricordi.
    Ma quella contro l’AIDS è più di una battaglia di salute.
    E’ una battaglia per la dignità della persona e per una vera giustizia sociale.
    È necessario mantenere alta la soglia di attenzione sul problema, che va affrontato in modo laico garantendo diritti concreti alle persone sieropositive, leggi che non discriminino ma facilitino la prevenzione e realizzando adeguate campagne informative.
    Buona parte della lotta all’infezione, infatti, ricade anche sulla capacità di generare nella popolazione più esposta la giusta considerazione della malattia.
    Perché, è bene ricordarlo, la prevenzione è l’arma migliore contro l’HIV. Lo si dice da decenni e il tempo l’ha dimostrato, e per questo è fondamentale insegnarla ai giovani insieme all’educazione ad una sessualità serena e consapevole, e alla certezza che il profilattico, se utilizzato correttamente e dall’inizio del rapporto, è l’unico modo per diminuire i rischi di contagio.


    LGBT-San Marino
    Comunicato Stampa