Lione, esplosione in centro: pacco bomba con chiodi e bulloni. Ci sono 13 feriti, Macron: «Un attacco». Caccia a un uomo in bici.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Un attentato nel centro di Lione a meno di due giorni dalle elezioni europee: in Francia torna la paura a ridosso del voto, l’esplosione, le grida, le scene di panico. In città e dintorni, questa sera, è caccia all’uomo, un trentenne che ha lasciato una borsa piena di esplosivo davanti a una panetteria. Ferite, in modo lieve, una decina di persone, fra le quali una bambina di 8 anni. Il primo a parlare di «attacco» è stato – in diretta su Youtube, intervistato da Hugo Travers, un ragazzo di 22 anni che spopola con la sua pagina di interventi politici – il presidente Emmanuel Macron: «Mi scuso per il ritardo – ha esordito giustificando i 15 minuti di slittamento dell’intervista – ma c’è stato un attacco a Lione. Al momento non ci sono vittime, soltanto feriti. Penso a loro e alle loro famiglie». «È ancora troppo presto per qualificarlo come un atto di terrorismo»: lo ha detto la ministra francese della Giustizia, Nicole Belloubet, parlando ai microfoni di BFM-TV del pacco bomba a Lione.