Maxi multa e nave confiscata. La Gdf “arresta” Mediterranea

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Scatta il decreto sicurezza contro l’ong di Casarini che ha portato i migranti sulla Alex. Che ora vuol querelare Salvini

Nave confiscata e maxi multa: per la Alex, la barca a vela con la quale l’ong di Luca Casarini ha portato in Italia 59 migranti recuperati al largo della Libia, scatta il decreto Sicurezza.

L’annuncio arriva dalla stessa Mediterranea Saving Humans, convocata oggi in caserma dalla Guardia di Finanze che ha contestato una seconda violazione della legge, “un ingresso accidentale di Alex nelle acque territoriali che sarebbe avvenuto venerdì mattina”. Sarà stato anche “accidentale” come dicono dalla ong, ma tanto basta a far scattare “la sanzione per un totale di 65mila euro di multa e il sequestro amministrativo con la confisca di Alex”.

“È un pretesto del tutto illegittimo”, continuano dall’organizzazione, “Se pensano di fermare così Mediterranea si illudono di grosso: stiamo già preparando i ricorsi e con il sostegno di tutti voi torneremo presto in mare”. E Alessandro Metz, l’armatore di Mediterranea, ha minacciato ora di querelare Matteo Salvini: “Voglio un processo in cui si verifichi se sono uno scafista come dice lui”, ha detto a Radio Capital, “Se non lo sono, Salvini diventerà un finanziatore involontario di Mediterranea. Spero non voglia scappare anche da questo processo”. Il Giornale.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com