Medaglia d’oro Merito civile a S.Severino, con rabbino Di Segni

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – SAN SEVERINO MARCHE, 24 NOV – “La Città di San
    Severino Marche è pronta a ricevere la Medaglia d’Oro al Merito
    Civile, onorificenza assegnatale dal presidente della Repubblica
    Sergio Mattarella, per aver partecipato, durante il periodo
    bellico, alla lotta partigiana. Si tratta di un importante
    appuntamento con la storia al quale vorrei invitare tutti”. Lo
    ha annunciato il sindaco di San Severino Marche (Macerata) Rosa
    Piermattei, ricordando la cerimonia fissata per il 28 novembre,
    a partire dalle ore 10, al teatro Feronia alla presenza del
    prefetto di Macerata Flavio Ferdani. Tra le autorità saranno
    presenti anche i fratelli Elio, Frida e Riccardo Di Segni,
    quest’ultimo rabbino capo della comunità ebraica di Roma,
    discendenti di una famiglia ebraica che, sfollata dalla
    Capitale, fu ospitata in località Serripola tra il 1943 e il
    1944.
        Il loro padre, il dottor Mosè Di Segni, fu protagonista della
    lotta di Liberazione nelle fila del Battaglione Mario
    contribuendo, in qualità di medico, a salvare molte vite. Il suo
    coraggio e le sue azioni, insieme a quelle di altri valorosi
    settempedani e non solo, hanno fatto ottenere alla Città di San
    Severino Marche il riconoscimento della Medaglia d’Oro. Durante
    il periodo bellico, la città “partecipò alla lotta partigiana,
    ospitando e sfamando centinaia di sfollati. Fu teatro di
    uccisioni, di numerose fucilazioni e di rastrellamenti ad opera
    delle truppe tedesche e a danno della popolazione. Esempio di
    estremo sacrificio e di virtù civiche”. I fratelli Riccardo,
    Frida ed Elio di Segni nell’ottobre 2011 sono stati nominati
    cittadini onorari di San Severino Marche. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte