Meloni, in manovra non condoni ma solo norme di buon senso

  • Le proposte di Reggini Auto

  • “Abbiamo in mente uno Stato alleato delle imprese e dei lavoratori, ma anche uno Stato amico di famiglie e cittadini”, dice la Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in un videomessaggio all’assemblea di Confesercenti.

        Parla del taglio del cuneo e prosegue sul “pacchetto di norme denominato tregua fiscale. Anche qui, si sono dette e scritte tantissime cose su questa scelta. La verità è molto più semplice di quella che spesso viene raccontata – sottolinea – nessun condono o colpo di spugna, nella manovra ci sono norme di buon senso, vantaggiose per lo Stato, per le famiglie e per le imprese” e “sostegno all’economia reale”.

    “Il sostegno all’economia reale – aggiunge Meloni – passa
    anche dall’innalzamento del tetto dei pagamenti in contanti e
    dalla possibilità che l’obbligo di accettare i pagamenti
    elettronici sia previsto solo per quei pagamenti che superano
    una certa soglia”. “Sono due scelte che il Governo rivendica”, sottolinea. “Certo, siamo all’inizio del lavoro ma – prosegue – la strada è tracciata: vogliamo fare del Governo la casa delle imprese e del
    made in Italy e voi del made in Italy siete gli interpreti più
    autentici”, dice alla platea di pmi e artigiani.   


    Fonte originale: Leggi ora la fonte