Meteo: settimana difficile

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Emilia Romagna nuovamente nella morsa del maltempo. Erano anni che non si vedeva un inizio inverno come questo con abbondanti precipitazioni, nevose anche in pianura soprattutto nel piacentino e sui rilievi emiliani. L’instabilità proseguirà almeno fino alla giornata di sabato, con cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto e piogge localmente anche a carattere di rovescio. Le temperature, inizialmente in aumento, torneranno a diminuire nella giornata di venerdì.

     

    L’attuale scenario atmosferico vede la presenza di una saccatura nord-atlantica, alimentata da aria fredda polare, con minimo sulla regione scandinava si estende verso il Mediterraneo occidentale richiamando aria caldo-umida ed instabile. Contemporaneamente si è formato un minimo depressionario sul mar di Corsica, che giovedì si sposterà verso sud.

     

    Tale configurazione determinerà condizioni di maltempo, con precipitazioni localmente anche consistenti. Giovedì il cielo si presenterà molto nuvoloso o coperto con piogge che potranno assumere anche carattere di rovescio su tutta la regione. Le temperature, complice la ventilazione dai quadranti meridionali, sono attese in aumento ed oscilleranno tra 1 e 4°C per quanto concerne le minime e 6 e 11°C per le massime.

     

    Il tempo rimarrà perturbato anche nella giornata di venerdì. Le precipitazioni, tuttavia, saranno deboli. Nevicate sono attese sui rilievi romagnoli al di sopra dei 700 metri di quota. La colonnina di mercurio perderà qualche grado sia nei valori minimi (soprattutto in Romagna) che nei valori massimi. Temporanee schiarite sono attese per la giornata di sabato, in attesa di un nuovo sensibile peggioramento delle condizioni meteo per domenica a partire dal settore occidentale della regione.

    Emilia Romagna nuovamente nella morsa del maltempo. Erano anni che non si vedeva un inizio inverno come questo con abbondanti precipitazioni, nevose anche in pianura soprattutto nel piacentino e sui rilievi emiliani. L’instabilità proseguirà almeno fino alla giornata di sabato, con cielo in prevalenza molto nuvoloso o coperto e piogge localmente anche a carattere di rovescio. Le temperature, inizialmente in aumento, torneranno a diminuire nella giornata di venerdì.

     

    L’attuale scenario atmosferico vede la presenza di una saccatura nord-atlantica, alimentata da aria fredda polare, con minimo sulla regione scandinava si estende verso il Mediterraneo occidentale richiamando aria caldo-umida ed instabile. Contemporaneamente si è formato un minimo depressionario sul mar di Corsica, che giovedì si sposterà verso sud.

     

    Tale configurazione determinerà condizioni di maltempo, con precipitazioni localmente anche consistenti. Giovedì il cielo si presenterà molto nuvoloso o coperto con piogge che potranno assumere anche carattere di rovescio su tutta la regione. Le temperature, complice la ventilazione dai quadranti meridionali, sono attese in aumento ed oscilleranno tra 1 e 4°C per quanto concerne le minime e 6 e 11°C per le massime.

     

    Il tempo rimarrà perturbato anche nella giornata di venerdì. Le precipitazioni, tuttavia, saranno deboli. Nevicate sono attese sui rilievi romagnoli al di sopra dei 700 metri di quota. La colonnina di mercurio perderà qualche grado sia nei valori minimi (soprattutto in Romagna) che nei valori massimi. Temporanee schiarite sono attese per la giornata di sabato, in attesa di un nuovo sensibile peggioramento delle condizioni meteo per domenica a partire dal settore occidentale della regione.

    fonte: romagnaoggi