Migranti, Richard Gere e Chef Rubio a Lampedusa in sostegno alla Open Arms

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ormai all’ottavo giorno senza che nulla si muova per consentire lo sbarco delle 121 persone soccorse nel Mediterraneo giovedi della scorsa settimana, la Open Arms fa scendere in campo testimonial di peso per provare a sensibilizzare l’opinione pubblica. Dopo le decine di appelli video sui social, oggi a Lampedusa insieme al fondatore di Open Arms Oscar Camps e al direttore Riccardo Gatti ci saranno l’attore Richard Gere e Chef Rubio, cuoco e fotografo, entrambi attivisti e sostenitori della missione di soccorso della Ong spagnola.

In una conferenza stampa all’aeroporto di Lampedusa, nel pomeriggio, torneranno a chiedere un porto sicuro per i 121 migranti ormai allo stremo dopo il rifiuto di Italia e Malta e il disinteresse del governo spagnolo che, da Stato di bandiera, non ha neanche chiesto alla commissione europea l’avvio di una trattativa tra Stati europei per cercare quella soluzione condivisa che ha finora sempre sbloccato i salvataggi delle Ong.

La nave, ormai a corto di acqua e viveri, pendola da otto giorni tra Lampedusa e Malta. Nelle prossime ore verra’ raggiunta dall’altra imbarcazione di Open, la barca a vela Astral, per un supporto. La Repubblica

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com