Minneapolis: migliaia in ginocchio in Piazza Maggiore

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – BOLOGNA, 06 GIU – Tutti in ginocchio in Piazza Maggiore, in silenzio, distanziati e indossando mascherine protettive con le scritte “Vogliamo respirare”, “Say their name”. Bologna, alle 19, ha ricordato, prima con il silenzio poi con un lunghissimo applauso, George Floyd, ucciso dalla polizia a Minneapolis. Qualche migliaio di persone sul Crescentone, sui gradini di San Petronio e in Piazza del Nettuno, a distanza di sicurezza, hanno esibito striscioni e cartelli per dire no al razzismo e ad ogni forma di violenza.
        Tra i partecipanti al flash mob, organizzato tra gli altri da Arci Ritmo Lento, Amici di Piazza Grande, Link e Coalizione Civica, tantissimi giovani, richiedenti asilo, bambini e anziani. Dopo danze e canzoni, sono stati scanditi anche i nomi degli altri afroamericani vittime di violenza Breonna Taylor, Tony McDade e Ahmaud Arbery. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte