MOTOMONDIALE: ROSSI PRECEDE STONER

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Valentino Rossi è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del GP del Giappone, classe MotoGP. Il pilota della Yamaha ha girato in 1’48”545, precedendo di 56 millesimi la Ducati dell’australiano Casey Stoner. Terzo posto per lo spagnolo Jorge Lorenzo su Yamaha, sesto Loris Capirossi con la Suzuki. Alle sue spalle la Honda di Andrea Dovizioso e la Kawasaki (team Hayate) di Marco Melandri. Alex De Angelis è invece 15esimo con la Honda del team Gresini; 18esimo Niccolo Canepa con la Ducati del team Pramac.

    Come in Qatar, è ancora Valentino Rossi contro Casey Stoner. Il duello che ha aperto a Losail la MotoGp 2009 torna nel secondo appuntamento stagionale, a Motegi, dove appena sei mesi fa il ‘Dottore’ festeggiava l’attesa conquista del suo ottavo titolo iridato.

    I due ‘fenomeni’ fanno corsa a sè già dalla prima sessione di libere del Gran Premio del Giappone, con il centauro di Tavullia, che nel Sol Levante non è mai andato in pole, a far segnare il miglior tempo proprio all’ultimo giro, beffando per appena 56 millesimi l’australiano della Ducati: 1’48″545 il crono di Rossi contro l’1’48″601 di Stoner.

    Alle loro spalle il terzo incomodo, Jorge Lorenzo, sul gradino più basso del podio in Qatar e l’unico, al momento, che appare in grado di tenere il passo dei due duellanti. Il pilota spagnolo della Yamaha riesce come Rossi e Stoner a rimanere sotto il muro dell’1’49″ ma il ritardo è di oltre quattro decimi dal compagno di squadra, forse troppi per puntare più in alto ma le incerte condizioni atmosferiche potrebbero sovvertire tutte le gerarchie.

    Ci sperano ovviamente anche gli altri, a partire dai due piloti della Suzuki Chris Vermeulen e Loris Capirossi, rispettivamente quarto e sesto, e Colin Edwards, in mezzo col quinto tempo in sella alla Yamaha. Per tutti e tre il miglior tempo è sotto l’1″50 ma i ritardi sono vicini o anche oltre il secondo. Buon approccio per altri due italiani, Andrea Dovizioso e Marco Melandri, che hanno fatto segnare rispettivamente il settimo e ottavo tempo, mentre è ancora in difficoltà Dani Pedrosa, undicesimo a oltre 1″8 da Rossi.

    Al di là delle condizioni fisiche dello spagnolo, comunque, è la Honda che fa fatica visto che, sul circuito di casa, i soli Dovizioso e Toni Elias riescono a entrare tra i migliori dieci. Sessione sfortunata per Mika Kallio, che durante le libere ha perso il controllo della sua Desmosedici GP9, finendo a terra. Il finlandese è poi rientrato in pista ma non è andato oltre il 17esimo crono.  

     

    Questi i tempi delle prove libere MotoGP:

    1. Rossi (Ita-Yamaha) in 1’48”545, alla media di 159,229 km/h;

    2.Stoner (Aus-Ducati) a 0”056;

    3. Lorenzo (Spa-Yamaha) a 0”420;

    4. Vermeulen (Aus-Suzuki) a 0”837;

    5. Edwards (Usa-Yamaha) a 1”152;

    6. Capirossi (Ita-Suzuki) a 1”435;

    7. Dovizioso (Ita-Honda) a 1”485;

    8. Melandri (Ita-Kawasaki) a 1”578;

    9. Elias (Spa-Honda) a 1”664;

    10. Toseland (Gbr-Yamaha) a 1”797;

    11. Pedrosa (Spa-Honda) a 1”846;

    12. Hayden (Usa-Ducati) a 1”848;

    13. Takahashi (Jap-Honda) a 1”859;

    14. Gibernau (Spa-Ducati) a 1”993;

    15. De Angelis (Rsm-Honda) a 2”056;

    16. De Puniet (Fra-Honda) a 2”124;

    17. Kallio (Fin-Ducati) a 3”098;

    18. Canepa (Ita-Ducati) a 3”384.