Natale:sequestrati dai Nas 1.775 finti panettoni artigianali

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 23 DIC – Panettoni industriali spacciati per
    artigianali , dolci e prodotti ittici privi della tracciabilità
    di origine o mal conservati e in alcuni casi gravi carenze
    igieniche, che hanno portato alla chiusura immediata di
    pasticcerie e pescherie al cui interno sono state trovate
    blatte,scarafaggi e persino, come nella cucina di un bar in
    provincia di Pisa, un topo morto. In vista delle feste i Nas, di
    intesa con il ministero della Salute, hanno intensificato i
    controlli nelle imprese operanti nel settore produttivo e
    commerciale dei tradizionali prodotti dolciari e della filiera
    ittica: ne sono state ispezionate 882 e in 229, pari al 26% ,
    sono state riscontate irregolarità. Sequestrate 7 tonnellate e
    mezzo di dolci, tra cui 1.775 panettoni e pandori in parte
    venduti come lavorazione artigianale quando invece risultavano
    prodotti a livello industriale e riconfezionati
    fraudolentemente, in parte privi di etichettatura e
    tracciabilità. Trentasette gestori sono stati sanzionati per
    frode in commercio e detenzione di panettoni senza indicazioni
    sulla effettiva origine, mentre ad altri 231 sono state
    contestate violazioni per carenze igienico sanitarie delle
    materie prime e dei laboratori di pasticceria. Emessi anche 16
    provvedimenti di chiusura o sospensione dell’ attività di
    produzione e vendita. I controlli hanno riguardato anche la
    filiera ittica e hanno portato al sequestro di 2,3 tonnellate di
    pesce, a causa della mancata tracciabilità di origine e di
    irregolarità nelle modalità di conservazione del pescato. Sospesi 7 tra grossisti e pescherie per carenze igieniche e
    strutturali. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte