“Nell’ultimo anno reati su del 12,8%”. Tutti i dati del Viminale

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Aumenta la percentuale dei reati commessi nel nostro Paese: rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, stando a quanto diffuso dal Viminale, si registra infatti un significativo +12,8%. Questi i dati contenuti nel dossier del ministero dell’Interno pubblicato in occasione della oramai tradizionale riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica del 15 agosto. Tra 1 agosto 2021 e 31 luglio 2022 i reati commessi sono stati per la precisione 2.116.479, in salita dunque rispetto a 1.875.038 crimini compiuti tra 1 agosto 2020 e 31 luglio 2021.

    Furti e omicidi

    In aumento nel 2022 sia i furti e le rapine che gli omicidi. Dal 1 agosto 2021 al 31 luglio 2022 si sono registrati 319 omicidi, 36 dei quali attribuibili alla criminalità organizzata, contro i 276 commessi nel medesimo arco cronologico dello scorso anno. Crescono anche le rapine, che passano dalle 19.975 del 2021 fino alle 24.644 dell’anno in corso. Stesso trend per quanto concerne i furti, che salgono dai 730.061 dell’anno precedente fino ai 902.014 del 2022. Cresce il numero delle persone denunciate in stato di arresto (da 146.699 a 149.608), così come di quelle solo denunciate (630.568 nel 2021 contro 632.647 nel 2022).

    Reati informatici

    Aumentano in modo considerevole anche gli attacchi informatici, che passano da 4.938 a 8.814 (+ 78,5% nel 2022 rispetto al medesimo periodo dello scorso anno). Cresce pure il numero degli alert diramati, che sale a 114.939 (erano stati 102.517 lo scorso anno).

    Per quanto concerne la prevenzione antiterrorismo ammontano a 67.167 i contenuti web monitorati quest’anno, contro i 61.033 del 2021. Sono invece 258 i contenuti web oscurati, in salita rispetto ai 208 segnalati nello stesso periodo dell’anno scorso. Aumentano anche i siti inseriti in black list (2.595), le perquisizioni (1.386) e gli arrestati (150). Diminuiscono invece i denunciati, che sono 1.212. Nell’annovero delle attività condotte della polizia postale e delle comunicazioni risultano 2.651 le operazioni effettuate, 558.111 i siti web verificati e 23.732 le persone controllate. Gli arrestati sono 236, 8.078 i denunciati e 74 i sanzionati.

    Femminicidi

    Cresce del 15,7% la percentuale di femminicidi commessi tra 1 agosto 2021 e 31 luglio 2022: sono risultati infatti 125, vale a dire il 39,2% del totale degli omicidi volontari. 108 risultano i femminicidi maturati in ambito familiare mentre sono 68 quelli commessi dal partner o dall’ex partner. Nello stesso periodo dello scorso anno erano state invece 108 le donne uccise. Risultano in calo le denunce per stalking (15.817 contro le 18.653 del 2021), si incrementano gli ammonimenti del questore (3.100, di cui 1.640 per violenza domestica) e cala il numero dei provvedimenti di allontanamento (414 nel 2022).

    Criminalità organizzata

    È di circa 2,4 miliardi di euro il valore complessivo dei beni sequestrati (7.752 in tutto) alla criminalità organizzata negli ultimi 12 mesi: una cifra maggiore rispetto a quella relativa allo scorso anno, quando si registrarono sequestri per 1,96 miliardi. Nello stesso lasso di tempo sono stati restituiti alla comunità 2.741 beni, di cui 2.233 immobili e 229 aziende. Sono stati altresì tratti in arresto 48 latitanti, mentre risultano 82 le operazioni di polizia giudiziaria effettuate nei confronti delle mafie. Al primo agosto 2022 risultano 59 gestioni commissariali di enti locali per infiltrazioni della criminalità organizzata, 15 scioglimenti e infine 10 proroghe.

    Spaccio di droga

    Sono 97.770,40 i chili di droga sequestrati nell’ultimo anno, in aumento rispetto a quanto registrato nel 2021 (63.523 kg). Le operazioni antidroga concluse con successo sono 18.378, di cui 101 con proiezioni internazionali.

    Atti intimidatori

    Risultano 64 gli atti intimidatori compiuti nei confronti dei giornalisti, 55 dei quali avvenuti tramite web, registrati in sei mesi. Otto di tali episodi sono da attribuire alla criminalità organizzata, 37 per l’attività socio-politica. Per numero di intimidazioni prevalgono il Lazio e la Lombardia (12), seguite da Campania (9), Calabria (5) e Puglia (4).

    Sono invece 300 gli amministratori locali minacciati nei primi sei mesi dell’anno, 153 dei quali sindaci. In testa per intimidazioni la Lombardia (42), seguita da Campania (40), Calabria (33), Sicilia (27) e Puglia (26).

    Vigili del fuoco

    Sono quasi 847mila gli interventi compiuti dai vigili del fuoco in un solo anno di attività (più di 2.300 al giorno). Tra il primo agosto 2021 e il 31 luglio 2022 sono stati effettuati 292.962 interventi per incendi o esplosioni (+36% rispetto all’anno prima) 132.256 per incendi di boschi o sterpaglie (+27%) 32.211 per danni idrici o idrogeologici (-8%).


    Fonte originale: Leggi ora la fonte