Nigeriana, richiedente asilo, pesta brutalmente l’addetta alle pulizie dell’ospedale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

L’africana, in italia in qualità di richiedente asilo, ha aggredito senza alcun motivo la signora delle pulizie, dapprima sbattendole violentemente il capo contro un sostegno metallico, poi colpendola con una tremenda raffica di pugni in pieno volto. I carabinieri hanno faticato non poco per fermarla.

Una 28enne cittadina nigeriana, in Italia in qualità di richiedente asilo, è stata arrestata dai carabinieri di Latina con le accuse di violenza, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Secondo quanto riportato dal quotidiano locale Latina Oggi l’africana ieri mattina intorno alle 10 si trovava presso il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti quando, senza alcun motivo apparente, si è improvvisamente scagliata contro un’addetta alle pulizie della struttura laziale: la straniera le ha dapprima sbattuto violentemente il capo contro un sostegno metallico, poi ha iniziato a colpirla con una tremenda raffica di pugni in pieno volto. Sono così intervenuti i carabinieri, i quali hanno faticato non poco per contenere la furia scatenata della nigeriana che tentava di colpire anche loro.

Dopo aver ridotto a più miti consigli la 28enne, i militari le hanno stretto le manette ai polsi: la donna è stata condotta in caserma e verrà giudicata col rito direttissimo. Quanto alla vittima della brutale aggressione invece, i medici hanno redatto per lei una prognosi di un mese, derivante dalle ferite riportate al capo durante il tremendo pestaggio. Il Giornale.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com