Non è riuscito a laurearsi ed è ‘scappato’Temevano il suicidio. Ma lui era a Rimini

  • Le proposte di Reggini Auto

  • I genitori credevano che lui stesse per discutere la tesi e stavano andando a Milano per assistere alla laurea. Ma il giovane non era riuscito a presentare la tesi, perché aveva saltato alcuni esami. All’improvviso, è ‘sparito’. Temevano che fosse ‘sparito’ per andare a suicidarsi. In realtà, lui era ‘fuggito’ per andarsene in spiaggia a Rimini e non affrontare i parenti

    Protagonista del curioso episodio è un giovane di 24 anni di Padova, residente a Milano. Ieri mattina il proprietario dell’appartamento affittato al laureando si è recato a casa del ragazzo; infatti il giovane, dopo la tesi, avrebbe dovuto discutere la tesi di laurea e lasciare l’abitazione.

    L’uomo è entrato con le chiavi in suo possesso e ha visto che il giovane aveva lasciato tutti gli effetti personali, ma una lettera scritta a mano con un messaggio d’addio. Il proprietario della casa ha dunque avvertito i genitori del ragazzo che stavano arrivando a Milano per la cerimonia della laurea: sono stati proprio loro ad avvisare la polizia. Infatti il giovane aveva il cellulare staccato, ma un suo amico aveva detto ai genitori che stava andando ”tutto benissimo”, e loro avevano pensato che il figlio stesse studiando e non volesse essere disturbato.

    Poi però gli agenti hanno scoperto che il ragazzo aveva prelevato mille euro dal conto che la famiglia aveva aperto per i suoi studi ed era sparito. Attraverso i tracciati radio del cellulare si è scoperto che il giovane laureando ‘mancato’ era fuggito a Rimini, dove lo hanno raggiunto i genitori