NS: ”controllo severo sulle antenne”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il gruppo di lavoro di Noi Sammarinesi che anche recentemente ha sostenuto l’opportunità e anzi la necessità di sviluppo delle telecomunicazioni, alla luce dei noti e quanto mai evidenti problemi nelle connessioni, ritiene necessario continuare in una politica di  pieno sostegno, anche intervenendo sui problemi in discussione in questi giorni. Ad esempio, per quanto riguarda  le antenne, si ritiene che il discorso sia molto diverso da come lo si vuole rappresentare: per utilizzare al meglio quanto ci viene offerto dalla tecnologia, occorre in primo luogo un severo controllo sulla stessa, per fare in modo che le emissioni prodotte non danneggino la popolazione e che la gestione, di questo controllo, sia per lo meno autonoma. Occorre che, quando si affronta questo problema, oltreché parlare di regole si faccia in modo che queste regole siano rispettate. Tutti oramai sono convinti circa la dannosità dei campi elettromagnetici, e tutti ritengono indispensabile sia ricercata e garantita una certa distanza fra le antenne e la popolazione esposta, controllando completamente e costantemente tutte le emissioni. D’altra parte, è anche vero se per incrementare gli impianti venissero installate potenti antenne fuori dai confini, esse sarebbero molto più dannose dei mini impianti presenti in territorio. Per quanto riguarda il servizio, mentre risulta più difficile il dialogo, in quanto i gestori del servizio su linea fissa ritengono di avere fornito la massima tecnologia possibile, i consumatori, al contrario, lamentano  continui problemi, al momento non risolti nonostante i dati tecnici riportati dai quotidiani. Il Governo, sostanzialmente, dovrebbe garantire il controllo delle emissioni e procedere con le autorizzazioni  per migliorare tecnologicamente ed effettivamente il servizio nel Paese.

                                                                     BUCCI GABRIELE , NOI SAMMARINESI