Passaggio Alta Valmarecchia: le Marche ricorrono a Corte Costituzionale

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Alla fine la Regione Marche ha deliberato formalmente di ricorrere alla Corte costituzionale contro il Passaggio dei sette Comuni della Valmarecchia alla Provincia di Rimini.

     

    La giunta regionale ha incaricato il professore Stefano Grassi, del Foro di Firenze, di predisporre il ricorso davanti alla Consulta per ottenere la dichiarazione di illegittimità
    costituzionale della legge 3 agosto 2009, n. 117.
    La legge, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 118 del 14 agosto scorso, prevede il passaggio dei Comuni di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e
    Talamello dalle Marche all’Emilia Romagna.
    La decisione era già stata anticipata dalla giunta regionale, che aveva discusso la questione nella seduta dello scorso 15 giugno, durante l’iter parlamentare del testo legislativo. In precedenza, il consiglio regionale aveva
    espresso “parere non favorevole al distacco”, con l’atto amministrativo n. 84 del 17 marzo 2008.